quelle inquietanti Luci nel Cielo del Covid19


Tag title: Satelliti Starlink, il fenomeno delle luci nel cielo in fila indiana, lights in the sky; si tratta di Satelliti lanciati da Spacex società finanziata da Elon musk. inventore di Paypal. L’umanità è agli sgoccioli, la specie umana è inquinante e il Pianeta non ce lo perdonerà. Strange Lights in the Sky seen in all world, alieni, ufo, avvistamenti, osservazioni,

Osservazioni misteriose di Luci nel Cielo in tutta Italia e nel Mondo in un momento sovrastato dal Corona virus
CO-rona VI-rus D-isease,, Corona virus, coronavirus (CoV), CoV, Covid-19, Covid19, SARS-CoV-2,
#SpecieUmanainEstinzione

sabato 25 aprile 2020
Per chi ci segue sul canale Telegram ieri sera abbiamo “lanciato” un piccolo post di attenzione (allert) su un fenomeno che si sta osservando nei cieli notturni.
Alcune persone ci hanno infatti segnalato degli strani avvistamenti in cielo mostrando un po’ di preoccupazione.
Si tratta di osservazioni di una serie numerosa di luci in fila indiana che sono state definite “inquietanti” anche, ma non solo, in virtù di questo momento storico di cui, dciamoci la verità, non sappiamo assolutamente nulla di ciò che realmente nasconda il Coronavirus.
L’osservazione è abbastanza diffusa e si tratterebbe di una serie nuova di satelliti chiamati Starlink di una società, la SpaceX, che vede come maggior investitore Eliot Musk; chi è? E’ sostanzialmente il signor Paypal ovvero il suo co-fondatore.

E’ un progetto che parte già nel 2018 ma solo lo scorso dicembre ha visto il lancio dei primi satelliti che, sono però attivi dal 2020.
L’obiettivo diEliot Musk, che alcuni definiscono “visionario”, ma, a volte la differenza con il termine “pazzo”, non è distante, sarebbe quello ci circondare la Terra probabilmente già entro quest’anno di circa oltre 40mila (si esatto) satelliti per uso telecomunicazioni, in particolare internet a banda larga per tutti, anche nei luoghi più remoti del pianeta.

Svelato il mistero tutto nella norma?
Insomma, non direi. I poteri economici e non solo, a livello mondiale, in questi mesi stanno sicuramente mettendo a punto delle situazioni che hai comuni mortali non è dato sapere. E’ molto difficile anche perchè la giungla di fake news è florida.
Questa di cui sopra non è una fake. Verificatela voi stessi.
I problemi che sorgono sono di diverso carattere che possiamo riassumere in:

– resta una strana coincidenza che il lancio e attivazione di questi satelliti sia avvenuta proprio in concomitanza del Coronavirus

chi assicura chi che dietro un progetto “spaziale” o meglio di “telecomunicazioni” vi sia realmente solo questo (vedi esempi passati riguardanti le “scie chimiche” di cui di fatto non si sa ancora se fossero bufale o reali)

– che già non bastava avere il problema e dilemma sull’incisione per salute umana, animale, vegetale, del 5G che spinge e, spinge ancor di più, in questo momento nel quale tutti sono occupati sul problema Covid

– non ultimo, non bastava che l’uomo inquinasse tutto il Pianeta riducendolo a brandelli con la plastica ormai in tutte le acque potabili, mari, oceani, onde elettromagnetiche ovunque ecc…. Ora ci mancava proprio un visonario che in nome della giustizia “la rete per tutti” inquinasse anche lo spazio e permettetemi: la vista di un bel cielo la sera (una delle poche cose che ci erano rimaste naturali)

A tal proposito una persona (attendibile) che ieri ha osservato il fenomeno ci ha scritto: “Siamo proprio agli sgoccioli
Umani di merda”.
Perdonate il francesismo che doverosamente riporto ma non resta che aggiungere: “perfettamente d’accordo”.

#SpecieUmanainEstinzione

Ci piace quando i lettori interagiscono e questo commento inviato da una lettrice che trovate anche sotto, abbiamo deciso di porlo in evidenza anche qui:
Tutti i mammiferi di questo pianeta d’istinto sviluppano un naturale equilibrio con l’ambiente circostante, cosa che noi umani non facciamo. Ci insediamo in una zona e ci moltiplichiamo, ci moltiplichiamo finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l’unico modo in cui sappiamo sopravvivere è quello di spostarci in un’altra zona ricca. C’è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento: Il virus. Gli esseri umani sono un’infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siamo una piaga.
L’umanita’ e’ il virus della Terra
.

… e che Dio e la Grande Madre ce la mandi buona…
GiovanniSaliciNews-NotizietraleRive
© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews
ci trovi anche sul nostro canale YT
nuovo sperimentale canale Telegram GSnewsNTLR

SE TI VA puoi sostenere in questo momento difficile questo sito di informazione libera con una piccola donazione a tua discrezione . Te ne siamo davvero grati!


#SpecieUmanainEstinzione, 25 aprile 2020, 5G, articoli, articolo, astronomia, banda larga, cielo, CO-rona VI-rus D-isease, Corona virus, Coronavirus, coronavirus (CoV), CoV, Covid-19, Covid19, Eliot Musk, fotografie, Giovanni Salici, GiovanniSalici News, GSnews, immagini, inquietante, inquinamento, inquinamento luminoso, internet, Italia, Italy, lights in the sky, luci in fila indiana, luci nel cielo, mondo, news, notizia, notizie, notizietraleRive, osservazioni, Paypal, photo, pianeta, picture, pictures, pollution, preoccupante, preoccupazione, SARS-CoV-2, satellite, satelliti, sky, space, SpaceX, Spazio, Starlink, terra, ufo

2 commenti su “quelle inquietanti Luci nel Cielo del Covid19”

  1. Tutti i mammiferi di questo pianeta d’istinto sviluppano un naturale equilibrio con l’ambiente circostante, cosa che noi umani non facciamo. Ci insediamo in una zona e ci moltiplichiamo, ci moltiplichiamo finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l’unico modo in cui sappiamo sopravvivere è quello di spostarci in un’altra zona ricca. C’è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento: Il virus. Gli esseri umani sono un’infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siamo una piaga.
    L’umanita’ e’ il virus della Terra.

    1. Questo commento è una “fotografia” che colpisce e definisce precisamente la situazione. Grazie

      Ho pensato quindi per evidenziarlo di porlo anche a fine articolo.

Rispondi