Dettagli di luce

Dettagli di luce

Menaggio, 20 giugno 2010
Dettagli di luce, è la prima impressione che ho avuto osservando i primi 5-10 dipinti, della pittrice Alessandra Valerio, esposti in questi giorni a Menaggio, presso la sala mostre in piazza Garibaldi.

Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici
Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici
Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici Alessandra Valerio, pittrice, esposizione a Menaggio photo © Giovanni Salici

uno scorcio della mostra in corso a Menaggio
photo © Giovanni Salici AGS20100620_6871

Alessandra Valerio, architetto, nasce a Saronno ma vive tra il luogo d’origine e Menaggio, proviene da una famiglia d’arte: la madre, Silvana Azimonti Valerio, più nota forse come “Valery”, suo nonno il famoso artista di cui Menaggio va fiero fu il pittore Bruno Azimonti.

Nei dipinti e disegni esposti, divisi in due categorie, acquarello, bianco e nero (a sua volta diviso in disegno a matita e quello a carboncino e fusaggine), spicca da subito il dettaglio dei soggetti e la loro luminosità. Tant’è che a tratti sembra di osservare delle immagini virtuali scaturite dai processi digitali, paesaggi fantasiosi prodotti in rendering. Questo, a mio modesto avviso, per la pulizia nella profondità tra un soggetto in primo piano e i successivi; quasi a trovarsi in assenza d’aria.
Questa sensazione la trovo ben riconoscibile in: “la deliziosa chiesetta di San Maurizio”, “nevicata in piazza Duomo, o anche nel “magia d’autunno in centro lago”.
Da non meno e con atmosfera molto particolare ed equilibrata i pochi acquerelli monocromatici blu; estremamente pulito ed immediato nell’emozione “nevicata all’ alpe Giumello”.

In tutto questo entrano quasi a tenere ancor più alta l’attenzione tra un’osservazione e l’altra, delle vivacità cromatiche come nei dipinti: “il re del pollaio” o “anziana donna del Castelsardo”.

La parte sinistra dell’esposizione è appunto dedicata a quanto sopra descritto, con cornice satinata dorata.
Mentre la parte destra della sala ospita, con cornice satinata argentata, i già accennati bianco e nero.
Dagli scorci del Lario tra penombre e colpi di luce, ai ritratti, dai tratti ben delineati, spicca anche qui un dettaglio che porta le figure rappresentate ad essere quasi vive e presenti nella sala, gli angoli rurali ed urbani quasi fossero a portata di tatto. Segnalo tra i tanti: “il gazebo in riva al lago”, “la piccola fontana”, “arriverà”, “la nonnina”, “giochiamo a nascondino”.

Alessandra, che senza risparmiarsi va incontro ad ogni visitatore, con passione ci spiega alcune sue particolari tecniche: “nell’ acquarello il bianco non è dato da un colore sovrapposto ma direttamente dalla carta, per cui l’abilità artistica sta nel riuscire a non invadere, in fase di colorazione, le zone che devono risultare alla fine bianche…. non uso prodotti che mascherano queste zone, e questo comporta molto più tempo ed attenzione nel dipingere” …. “nel carboncino e fusaggine invece vi è un gioco di mettere e togliere a più riprese, per ottenere le giuste sfumature, le intensità di nero pieno o l’assenza in varie gradazioni ottenute con vari tipi di gomma”.

Il risultato comunicativo dell’esposizione è decisamente emozionante e rilassante. Prima di uscire potrete anche dare un’occhiata ad oggetti in vetro, ceramica, tessuti, dipinti dalla stessa autrice che risulta quindi essere un’artista dalle tecniche polivalenti.

L’esposizione, che conta una trentina di opere appese, sarà visitabile sino al 27 di giugno nei seguenti orari: 10-12 15-19 21-23.

© Giovanni Salici
All right reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

Per informazioni sull’artista:
Alessandra Valerio
Saronno 029606137
Menaggio 3472942160

guarda qui le Immagini relative alle gare di primo soccorso svoltesi a Tradate il 06 giugno 2010
richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

© Giovanni Salici
All right reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply