Hodler Segantini Giacometti a Lugano

Capolavori della Fondazione Gottfried Keller in una mostra mozzafiato al MASI Lac

Lugano, 23 marzo 2019
Si è aperta la mostra su Hodler Segantini Giacometti al MASI Lac, il Museo Arte Svizzera Italiana, che dopo il successo (ancora in corso sino al 16 giugno 2019) del Surrealismo Svizzera, ci riprova con questa esposizione grazie alla collaborazione della Fondazione Gottfried Keller, una delle più importanti collezioni di arte svizzera dal XII al XX secolo.

Immagini relative alla
mostra Fondazione Keller su Hodler Segantini Giacometti al MASI Lac di Lugano, 22 marzo 2019
se non riesci a vedere la gallery scarica gratuitamente Flash dal sito di Adobe

© Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
richieste di immagini per pubblicazioni o per l’acquisto ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Alla presenza della stampa svizzera ed italiana si sono aperte le porte del salone posto al primo piano del moderno edificio affacciato sul golfo del Ceresio. Appena dopo l’ingresso e la lettura della presentazione posta alle pareti, si svolta dietro il muro bianco e ci si trova d’innanzi alla enorme sala espositiva e l’impatto con tre quadri di Segantini è forte ed immediato. Sono tre opere di grandi dimensioni (dai 3 ai 4 metri il lato più lungo): “La Natura“, “La Vita” e “La morte” che fanno parte di un trittico dedicato alla Natura delle Alpi dipinti tra il 1896 e 1899; eccezionalmente a Lugano.
Già la sola visione dal vivo di questi quadri oltre alla “scene di vita contadina” di Rudolf Koller, posto sull’angolo opposto, meriterebbe la visita; ma sulla parete di fronte ad un semplice giro di sguardo stando pressochè fermi, gli angeli “Der Auserwählte” (l’Eletto) di Ferdinand Hodler, lasciano spazio contemplativo ai più sensibili e cultori delle opere artistiche.

Video relativo alla mostra Fondazione Keller su Hodler Segantini Giacometti al MASI Lac di Lugano, 22 marzo 2019

© COPYRIGHT
nessun utilizzo od incorporazione se non autorizzato dall’autore
video riprese © GiovanniSalici.com
richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Sono una ventina i quadri in mostra tra Ferdinand Hodler, Giovanni Segantini ed Alberto Giacometti ma anche altri autori estratti dalla Fondazione Keller. “Abbiamo voluto i nomi più importanti dell’Arte Svizzera” come ci dice Francesca Benini, curatrice dell’esposzione. Di Giacometti, si trova anche una scultura dedicata alla moglie “Busto di Annette“, laggiù, in fondo alle sale, semi solitaria con alle spalle la vetrata sul Lago di Lugano.

L’esposizione, curata da Tobia Bezzola direttore del MASI e Francesca Benini collaboratrice scientifica del museo (che abbiamo intervistato qui nella videonews), sarà aperta negli orari del MASI LAC sino al 28 luglio prossimo.
Ve la consigliamo!
Ricordiamo che contemporaneamente al secondo piano, sino al 16 giugno potreste visitare Surrealismo Svizzera.

GiovanniSaliciNews-NotizietraleRive
© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

altri articoli che potrebbero interessarti riguardanti il MASI Lac
leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


“Busto di Annette”, “Der Auserwählte”, “l’eletto”, “La morte”, “La Natura”, “La Vita”, “scene di vita contadina”, Alberto Giacometti, arte, arte svizzera, articolo, attualità, canton Ticino, Ceresio, dipinti, esposizione, expo, Ferdinand Hodler, Fondazione Gottfried Keller, foto, fotografie, Francesca Benini, Giovanni Salici, Giovanni Segantini, GiovanniSalici News, GSnews, Hodler Segantini Giacometti, immagini, Insubria, LAC, lago di Lugano, Lugano, MASI, MASI Lac, mostra, museo, Museo Arte Svizzera Italiana, museo MASI, museum, news, notizia, notizie, notizietraleRive, photo, picture, pictures, pittura, quadri, Regione Insubrica, Rudolf Koller, sculture, Surrealismo, Surrealismo Svizzera, Tobia Bezzola, Trittico delle Alpi

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply