Speciale Sarah Jane Morris Morbegno


photo © Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
Sarah Jane Morris durante il concerto a Morbegno del 23 ottobre 2019 AGS20190223_0171
richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

intervista di GSnews alla Dama Rossa del Soul Jazz
in Valtellina

Morbegno, venerdì 28 febbraio 2019
L’avevamo preannunciata sin dall’articolo di presentazione della stagione 2018-19 del QM Live a Morbegno.
Chi ci segue avrà notato anche il nostro suggerimento inviato ai nostri lettori per mail (chi vuole essere aggornato sulle nostre segnalazioni può scriverci a GSnews(at)giovannisalici.com).

La Dama Rossa del panorama Soul Jazz anglosassone è tornata in un particolare ed emozionante concerto lo scorso sabato all’Auditorium di Morbegno in Valtellina. Non nuova alla cittadina ha proposto una rivisitazione di alcuni famosi pezzi internazionali in veste “Cello Songs” ovvero con un arrangiamento dedicato al violoncello frutto dii un buon lavoro preparatorio. Accompagnata dal maestro Enrico Melozzi che si è esibito ad un voloncello stravagante nella decorazione oltre che nel dirigere il gruppo di violoncelli sul palco; sullo stesso anche il chitarrista Tony Remy che si è distinto per una capacità di esecuzione eccellente, il bassista Henry Thomas ed il sassofonista Michael Rosen.

Video relativo al concerto ed interviste finali a Sarah Jane Morris ed Enrico Melozzi a Morbegno, 23 febbraio 2019

© COPYRIGHT
nessun utilizzo od incorporazione se non autorizzato dall’autore
video riprese © GiovanniSalici.com
richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Il concerto inizia con la re-interpretazone di “Fragile” di Sting, seguito poi da l’omaggio a John Lennon con “Imagine“, attraversando diversi successi internazionali; penso che uno dei pezzi più emozionanti e più azzeccati per la sua voce “profonda” è stato sicuramente “Fast Car Live” di Tracy Chapman.

L’ex chiesa sconsacrata di Sant’Antonio non era gremita; nessun sould-out per Sarah ed Enrico, peccato davvero per coloro che non hanno saputo cogliere questa occasione, oltre che lo sforzo e la passione che lo staff di Quadrato Magico mette sempre nelle proprie organizzazioni dei live. Gli “esperti” musicali della Valtellina, musicisti ed appassionati locali, non hanno però mancato con la loro presenza in platea.
Sul finale della serata Sarah Jane Morris, che non si è mai risparmiata, nemmeno durante le intense prove e soundcheck del pomeriggio, ha dato testimonianza della sua incredibile voce che può passare dal profondo blues ad acuti invidiabili anche a voci “più giovani”. Uno spettacolo per le orecchie. Nessuna steccata, Nessun acuto uscito dai timbri desiderati.

E’ apparsa energica e comunicativa col pubblico, coinvolgendolo più volte, una vera professionista e grande interprete. Non sono mancati i bis nonostante un già intenso concerto e l’artista si è poi concessa senza remore agli autografi.

Abbiamo incontrato Sarah Jane Morris ed Enrico Melozzi in una intervista concessa in esclusiva per GiovanniSaliciNews-notizieTraLeRIVE che trovate all’interno della videonews pubblicata in questo articolo. Nell’intervista abbiamo chiesto a Sarah tra l’altro come è nato il suo successo in Italia? Ricordi di particolari collaborazioni che l’anno maggiormente colpita? Ma non sono mancate domande sul cibo e sul buon bere, oltre che opinioni sull’ambiente in questo tempo difficile. Seguite la videonews e ne rimarrete soddisfatti.

CELLO SONGS
Sarah-Jane Morris, voce
Enrico Melozzi, violoncello
Tony Remy, chitarra
Henry Thomas, basso
Michael RosenJenny Adejayan – violoncello
Leila Shirvani – violoncello
Caterina Rossi – violoncello
Tiziana Gasparoni – violoncello

Intervista testuale tradotta in italiano:
GSnews: Sei una musicista internazionale, come è nata la tua affermazione in Italia, un paese dove tu ti esibisci in numerosi concerti?
Sarah: La mia prima esperienza italiana comincia nel 1980. Lasciai la Druum School e ragiunsi una Rock Band taliana. Ho potuto vivere a Firenze. Sono stata la supporter di Gianna Nannini ed avevo 20 anni. Fu la prima esperienza in Italia.
Sono tornata nel 1996 coi Communards che furono primi in classifica e nel 1999 coi Simply Red che facevano il tour europeo.
Gli italiani mi apprezzarono da subito e mi fecero sentire come una cantante, non una supporter.
Ebbi la fortuna di partecipare a Doc TV, un programma musicale molto bello; fui la copertina di Max magazine. Tutte cose che aiutano la carriera.
Nel 1991 mi chiesero di scrivere una canzone per Riccardo Cocciante per Sanremo. Io scrissi i testi lui la musica e la canzone vinse il festival. Questo mi ha fatto affermare definitivamente e così esistono due “sessioni “della mia vita.

I amo l’Italia e la gente italiana. Il paesaggio, ovunque guardi ci sono cose belle. Mi piacciono le contraddizioni della gente. In Italia mi sento amata e mi sento come a casa mia.

GSnews: Sarah hai collaborato con molti musicisti e cantanti italiani, c’è qualche esperienza che ti ha particolarmente colpita?
Sarah: L’Esperienza più spirituale fu quando scrissi per Pino Daniele, questa fu un meravigliosa esperienza e una bellissima persona. Ho amato scrivere per queste canzoni. Ma mi piace anche questa combinazione con Enrico Melozzi, hai potuto sentire stasera in Celllo Songs perchè è un musicista appassionato, nel fare musica per la gente. Mi piace anche il progetto con Danilo Rea che è uno dei migliori musicisti italiani. Amo molto Paolo Conte, un cantante fantastico e Morricone con cui ho scritto una canzone….. (Lei canta)… amo lavorare con Morricone.

Gsnews: C’è un famoso festival di jazz ma non solo in Svizzera, Lugano, estival. Hai mai pensato di fare un concerto in questo evento?
Sarah: Mi piace Lugano ma non ho mai cantato nel festival.
Gsnews:Possiamo fare una richiesta a Estival per un tuo futuro concerto? 🙂
Sarah: Please yes yes yes … Grazie molte!

GSnews: Sarah oggi sei in Valtellina, una terra di una bellezza particolare: montagne, fiume, vicino al lago… cibo e buon vino, hai delle preferenze a riguardo? Cosa ti piace di più?
Sarah: In realtà sono vegetariana ma prima amavo il pesce ed il vino ma adesso non bevo niente, sono in un periodo “pulito” (di depurazione) sono tornata dall’India vegana ma…. due mesi fa ero con amici italiani e mi è capitato. Personalmente amo vino bianco… si anche il rosso, che è molto apprezzato dai musicisti.

GSnews: Ti piace il Nebbiolo in Valtellina?
Sarah: Certamente!

GSnews: Riguardo invece alla Gran Bretragna, potresti suggerirci un buon whisky? O un cibo?
Sarah: England e multi culturale. E’ difficile dire qual’è il cibo inglese perchè ha subito molte influenze, dai Cinesi, Indiani e dalla popolazione italiana e ci sono molti buoni ristoranti. Penso ci sono state molte influenze dalla cucina italiana. Oggi tutti hanno la pasta, quando ero piccola io non sapevo neanche cos’era.
Uno dei cibi più buono è l’apple pie ma io sono celiaca e quindi non posso mangiarlo.
L’Inghilterra non è conosciuta per il cibo, l’Italia è conosciuta per il cibo. Noi cresciamo patate, non siamo come voi. Voi coltivate il vostro cibo; noi lo importiamo.
Ed ora con questa pazza situazione della Brexit… noi potremo solo mangiare patate… non è certo una buona dieta.

GSnews: Adesso ti vorrei chiedere riguardo alla Natura e l’ambiente; questo è un momento estremamente difficile, problematico; quale secondo te è il problema più importante o quello peggiore?
Sarah: Bene… io penso che l’America nega il problema del cambiamento climatico. Ma negare quando sei la nazione più grande è grave!
Abbiamo gruppi di gente che se ne preoccupa e che vuole cambiare ma non abbiamo governi che davvero vogliono cambiare.
Dobbiamo cambiare e smettere di usare diesel e benzina; abbiamo bisogno di governi che credano e denaro per farlo. Perchè non cambiamo con auto elettriche? Perché non ci sono soldi ma i governi devono trovare fare i soldi per cambiare. Se vuoi salvare il Mondo i governi devono trovare i soldi.
Se ci fosse il servizio pubblico che funzionasse non avremo bisogno d’auto; abbiamo bisogno di auto che non abbiano solo l’autista a bordo ma più persone.
Abbiamo bisogno di diventare una Comunità ! Perché se sei una comunità le cose cambiano. Avere il coraggio. Condividere le risorse è la cosa più importante! Penso che la Comunità è probabilmente la cosa più importante.

GSnews: Nei saluti finale a nostri lettori e spettatori del canale YouTube-GovanniSaliciNews Sarah ha aggiunto…
Sarah: Vi amo. Mi scuso per aver parlato inglese. E’ stato fantastico parlare con voi qui e vi auguro una Buona Vita. Usate la testa ed il cuore. Ricordatevi di essere una “Community”. E’ la cosa più importante! … Il Cambiamento Climatico è reale!

assistente produzione intervista Laura Tirinzoni
assistente traduzione Simona Salici

L’intervista a Enrico Melozzi la trovate integralmente in video notizia qui al minuto

GiovanniSaliciNews-NotizietraleRive
© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

SPECIALE Sarah Jane Morris tutti gli articoli

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


“Cello Songs”, “Fast Car Live”, “Fragile”, “Imagine”, articoli, articolo, attualità, Auditorium Sant’ Antonio, Auditorium Sant’Antonio, blues, Caterina Rossi, concert, concerti, concerto, Cosio Valtellino, Cronaca locale, cultura e folklore, Dama Rossa, Enrico Melozzi, eventi, film, filmato, fotografie, Giovanni Salici, GiovanniSalici News, GSnews, Henry Thomas, immagini, Insubria, Insubrico, interview, intervista, jazz, Jenny Adejayan, John Lennon, Leila Shirvani, live, Michael Rosen, Morbegno, mov, movie, musica, Musica & Spettacolo, musica italiana, news, notizia, notizie, notizietraleRive, photo, picture, pictures, pop, QM, QM Live Club, QM Live Festival, Quadrato Magico, Regione Insubrica, ripresa, Roberto Cornaggia, Sant’ Antonio, Sarah Jane Morris, Sondrio, soul, Soul Jazz, Sting, Tiziana Gasparoni, Tony Remy, tour, tournée, Tracy Chapman, turismo ed eventi, Valtellina, videoclip, video, videonews

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply