NO EXPO! boicottate Expo

NO Expo !

NO Expo ! creazione grafica (c) GiovanniSalici.com


NO EXPO! boicottate Expo
10 motivi per non andare e boicottare Expo 2015 Milano

editoriale

giovedì 23 aprile 2015
Negli scorsi mesi sono stato dibattuto: parlarne, non come tutti ovviamente, o non parlarne proprio?
Andare contro un sistema come Don Chisciotte fin dall’inizio, bruciando tra l’altro l’argomento oppure pazientemente attendere il momento culmine per cercare di spaccare il pensiero della massa (quella che ci legge perlomeno) su questo evento e dare degli spunti di riflessione, all’ultimo momento?
Ovviamente come vedete ha prevalso la seconda ed eccomi qui; vi scriverò in forma di Editoriale alcune buoni ragioni, 10 motivi, per non andare a questo evento che alcuni vogliono farci credere coma grande atteso da tutti ma che nei fatti è intriso di pochi forse nessun chiaro, molti lati scuri ed oscuri.

10 motivi per boicottare l’Expo!

Il punto non é remare contro per forza e fare il disfattista come sostiene stiano facendi alcuni; secondo il presidente del consiglio Matteo Renzi.
Il punto é pensare con la propria testa, osservare, capire, non farsi ingabbiare in un sistema finto popolare che serve come specchietto per le allodole.

Insomma questo Expo (ammesso che realmente si possa inaugurare non solo come facciata) non si doveva proprio fare.

Primo motivo
In un’ Italia dove ogni grande opera pubblica di questi anni passa attraverso una cosa chiamata ‘ndrangheta, mafia, era palese che questo ammasso improvviso di soldi e di cemento richiamasse orde di aziende colluse, gruppi economici e industriali di dubbia chiarezza e via dicendo (ovviamente non solo quelle hanno lavorato o stanno lavorando per l’evento). Ma porca miseria: bravi i magistrati che sono intervenuti nel corso degli anni, ma bisoganva aspettare così a lungo prima di colpire, prima di fare i primi arresti e di fare i primi commissariamenti? Era palese che gli interessi economici di un’operazione di queste dimensioni portasse a quello. Anzi probabilmente fatto per quello.
O forse anche questo (muoversi legalmente così tardi) é uno specchio per le allodole? Sabbia negli occhi del popolo? Non lo sapremo mai, io comunque una mia idea ce l’ho e nessuno me la leva.
Una ennesima ed ultima inchiesta di mesi fa riportava di accertamenti sugli appalti per le Vie d’Acqua, la Darsena, il Campo Base, la Passerella Merlata. Molti i reati ipotizzati, tra cui turbativa d’asta.
Alcune inchieste sono ancora in corso oggi.

Secondo motivo
In voce di una salvaguardia dell’ambiente, sotto la bandiera di apparenti interessamenti della Natura, per conto di Expo sono stati invece cancellati per sempre ettari ed ettari di prati verdi e boschi, non solo dove si costruivano i padiglioni, ma anche dove dovevano (dovrebbero in alcuni casi) passare larghe strade, che come la Pedemontana oggi, sembrano cattedrali nel deserto percorse da pochi mezzi, dove vi sono già indicazioni per Bergamo ma non la strada per questa città (che chissà mai se dopo Expo arriverà mai).
Da una parte si promuove l’importanza del nostro ambiente italiano e dall’altra lo si é ulteriormente distrutto!

Terzo motivo
Una esposizione mondiale che parla di cibo; perché il cibo é importante, perché il cibo sul nostro pianeta non manca, ma, ci sono popoli che muoiono di fame; bizzarro vero?
Ci riempiono di balle, che parlare di cibo in Expo é un’occasione importante e dobbiamo esserene orgogliosi. Che si troveranno soluzioni per i paesi poveri.
Io non sono per niente orgoglioso di appartenere ad un Paese che organizza un evento mondiale per blaterare di cibo e spende miliardi di euro invece di investire energie e finanze per sfamare i popoli poveri. Mi vergogno di questa società, e non credo che questo pensiero sia un’utopia. No!
Bisogna parlare di meno, anzi restare in silenzio e donare senza chiedere nulla.
Così si aiuta, così si sfama!

Quarto motivo
Un evento declamato così importante, svolto nel nostro Pese, l’Italia; ma ci ritroviamo tra gli sponso principali aziende tipo la Coca Cola e McDonald.
Cosa ci deve insegnare un vendidore di hamburger? Buoni, perché sono anche buoni; nessuno dice il contrario. Una volta ogni tanto non fa male a nessuno; ma che c’entrano con la qualità del cibo, con lo sviluppo agro alimentare, con lo sfamare le società povere?
Cosa c’entra con l’alimentazione italiana, mediterranea?
Allora dobbiamo essere fieri ed orgogliosi di un evento sul cibo in Italia, con gli sponsor alimentari statunitensi. Bizzarro?

Quinto motivo
Non meglio poi il discorso della partecipazione delle aziende italiane. Non tutte quelle che volevano sono riuscite a partecipare, ad “entrare”; non potevano. Non solo per soldi, ma perché alcune grandi aziende hanno acquistato tutti gli spazi in esclusiva ed in una sorta di “cartello” hanno bloccato ogni altra possibilità.
E che dire per quella azione generosa di quella società di interessi economici, che, ha acquistato spazi fisici, per ospitare aziende valide che non potevano permetterselo? Ma ci credete davvero? Io sono forse l’unico a pensare che sia solo una azione pubblicitaria per ripulirsi un po’ l’immagine (ne han tanto bisogno le banche in questi anni) o forse anche peggio tentando di portare a casa contratti, accordi, e via dicendo?
Qualcuno pensa sia normale? Può darsi; ma quantomeno poco chiaro. Non lineare.

Sesto motivo
Sono stati spesi una enormità di soldi per costruire padiglioni; cemento.
Ma talmente tanti che anche indicarne l’esatta quantità, oltre che essere abbastanza difficile, é anche ininfluente.
Tanti soldi per padiglioni immensi; molte di queste strutture dopo Expo verranno abbattute.
E’ la prima esposizione mondiale costata così tanto ed é la prima che verrà in parte smantellata.

Settimo motivo
Vi sarà una altissimo rischio di attentati (quelli maggiormente candidati sono ovviamente quelli islamici, lISIS). Si sa; non é che dobbiamo (per fare un gioco di parole) fare del terrorismo mediatico. Non ce n’é bisogno.
Tant’é che alcune “gite” scolastiche nelle ultime settimane stanno subendo delle disdette.

Ottavo motivo
La presa in giro dei biglietti ridotti.
Il prezzo pieno si aggira intorno ai 32 euro.
Hanno iniziato a vendere biglietti a 20 € alcune associazioni introno allo scorso autunno, sembrava un affarone (che ovviamente ho subito rifiutato).
Ad oggi mi hanno offerto biglietti ridotti (tra i 20 e 25 €) almeno 20 persone provenienti da realtà diverse del mondo del lavoro od altri campi.
Ma ci sono davvero ‘sti biglietti a prezzo pieno od esistono solo “entrate ridotte” ?
Anche qui, una mia opinione ce l’ho!

Nono motivo
Invece di creare nuovi posto di lavoro, vista la vastità di possibilità, qualcuno o qualcosa ha inventato i “volontari di Expo” (per onestà di cronaca ci sono anche reali posti di lavoro in gioco).
Allora, qui bisogna ben capire chi è super intelligente e chi invece l’esatto contrario. M l’abbiamo già capito giusto?
Ora, io vorrei davvero capire cosa spinge una persona sana a proporsi come volontario per una manifestazione che farà guadagnare soldi (tanti) ai gruppi che hanno interessi economici in questo evento?
Insomma, fare il volontario per aiutare delle persone bisognose tanto di cappello, ma fare il volontario per far guadagnare chi già ne ha a palate.. veramente mi sembra assurdo.
E che non si dica che fa’ curriculum ed esperienza, perché rispondo che non si è capito nulla del mondo del lavoro degli ultimi 10 anni e sue varie sfumature di sfruttamento (e sia chiaro che non è una riflessione “di sinistra” ma una realtà quotidiana di molti settori).
Complimenti invece a chi ha inventato questa formula di sfruttamento di personale a costo zero.

Decimo motivo
A marzo, poco più di un mese fa’, metti due mesi ormai; il 70 % delle strutture e delle logistiche non esisteva. Le percentuali in questi ultimi giorni sono impossibili da fare. Da alcune settimane nessun operatore tv, stampa, può entrare a documentare (alla faccia della democrazia e del diritto di cronaca). Riflettendo con la propria testa mi vien da pensare che quello che non è stato fatto e venuto pronto in 3-5 anni, difficilmente verrà pronto in 2 mesi. Ma così ci dicono ed aspetteremo il giorno fatidico.
Mi viene da domandarmi e domandarvi: coi tempi così stretti e lavorando di corsa, a pochi giorni dall’apertura, secondo voi, verranno eseguiti i controlli e le certificazioni di collaudo?

Conclusione
Ovviamente ogni motivo è di per se importante, di conseguenza l’ordine nel quale sono stati elencati é casuale.
Non si sa, se veramente questo evento riuscirà a partire.
Alcune progettualità di Expo abbiamo detto sopra erano poche settimane fa’ non solo incomplete, alcune mancanti di fondamenta, ovvero i lavori non erano ancora iniziati.
Il mese scorso riguardo ad un padiglione inesistente Pisapia ha detto “forse non sarà finito tutto”;
durante un sopraluogo addirittura si ventilava che tali lavori sarebbero partiti ad Expo iniziata, verso metà agosto.
Penso sarete d’accordo sulla inopportunità di creare un padiglione a metà starda di un evento che poi terminerà a ottobre. Secondo voi una struttura che non é stata iniziata in 5 anni ha speranza di essere finita in un mese o due? E se si…. ma se poi chiude, a cosa serve?
Sbaglio a pensare ancora una volta che certi investimenti sarebbe più opportuno dirottarli sui paesi che non riescono a sfamarsi?

In ogni caso questi sono i dieci motivi per i quali boicottare questa farsa, questa ennesima presa per il culo agli italiani e non solo, questo insieme di magna magna. Dove gli unici a non magnare saranno proprio i veri affamati.
Boicottate Expo, non andateci, non comprate prodotti che riportano il marchio, almeno per il periodo in cui Expo ci sarà e per il periodo che questi prodotti mostreranno il logo di questo evento nelle loro comunicazioni.
Da parte mia e di GSnews dopo questo articolo non pubblicheremo più nulla a riguardo, a meno di qualche notizia di cronaca nera inerente, benché non ce lo auguriamo.
Expo? No Grazie!
Boicotta Expo 2015 anche tu!

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

alcuni link trovati in rete relativi a Comitati No Expo:
http://www.noexpo.org
https://www.facebook.com/ComitatoNoExpo
#NoExpo

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


#NoExpo, 10 motivi per boicottare l’Expo!, articoli, articolo, attualità, boicottaExpo2015, cibo, Comitati No Expo, consiglio, cronaca, Cronaca nazionale, daily news, economia, editoriale, expo, Expo 2015, finanza, food, fotografie, GiovanniSalici News, GSnews, immagini, ISIS, Italia, Italy, Matteo Renzi, Milan, Milano, Ndrangheta, news, NO Expo !, NO EXPO! boicottate Expo, notizia, notizie, photo, picture, pictures, presidente, terrorismo, terroristi islamici

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

3 Responses to “NO EXPO! boicottate Expo”

  1. alberto valsecchi ha detto:

    Non penso sia tutto da buttare……indubbiamente alcune cose si potevano e dovrvano fare meglio ma io non condanno il tutto

  2. […] margine di questa presentazione pre-spettacolo mi chiedo anche (leggi anche NoExpo) cosa c’entrasse la sponsorizzazione o patrocinio di “Expo padiglione Italia” in […]

  3. […] da terre colpite da integralismi religiosi, da terre anche senza cibo nonostante la pagliacciata Expo 2015. Da quelle terre rese insicure anche per colpa dell’Occidente nel corso degli anni, anche […]

Leave a Reply