Estival Jazz, Mendrisio

Estival Jazz, Mendrisio

Lugano, mercoledì 06 luglio 2016
Mendrisio apre come da tradizione l’ Estival Jazz 2016, quest’anno con una prima serata che passa tra le sonorità balcaniche di Marko Marković ed i Balkan Lovers, che hanno stimolato le prime file della platea già dai primi brani eseguiti, con una tromba (Marko Marković) entusiasmante; chiudendo con una inaspettata travolgente Kwashibu Area Band con Pat Thomas dalle sonorità africane che ha letteralmente scosso la piazza.

Immagini relative al
concerto dei Balkan Lovers Estival Jazz 2016, 01 luglio 2016

© Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
richieste di immagini per pubblicazioni o per l’acquisto ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Inutile, tra i due concerti, la salita sul palco de I Neri Per Caso, apparsi impreparati ed inadeguati ad un festival di tale qualità. Le diverse stonature di voce sono state accompagnate da dubbi tentativi di comicità dell’uno o dell’altro componente. Pur non amando il genere “solo voce” devo dire che ad Estival (Jazz e Night) si sono esibiti ben migliori esecutori vocali del genere a cappella.

Immagini relative al
concerto dei Kwashibu Area Band Estival Jazz 2016, 01 luglio 2016

© Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
richieste di immagini per pubblicazioni o per l’acquisto ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Chiudiamo il sipario e passiamo invece alla serata di sabato, aperta dopo una breve pioggia (che a Estival Jazz non manca mai) da una sublime esecuzione di
progressive-jazz del gruppo Final Step.
E’ un collettivo di musicisti ticinesi e italiani (Matteo Finali, chitarra, Fabio Buonarota, tromba, Mirko Roccato, sax, Alessandro Ponti, Hammond, Gabriele Pezzoli, tastiere, Francesca Morandi, basso, Dario Milan, batteria, Silvano de Tomaso, percussioni) molto ben affiatato. Le loro musiche che spaziano talvolta tra Acid Jazz, Grouve e come detto sopra, progressive, sono una miscela di suoni sempre ben amalgamati, equilibrati, ove talvolta emergono i fantastici fiati, altre il perfetto suono del basso. Davvero complimenti!

Immagini relative al
concerto del collettivo Final Step (Matteo Finali, chitarra, Fabio Buonarota, tromba, Mirko Roccato, sax, Alessandro Ponti, Hammond, Gabriele Pezzoli, tastiere, Francesca Morandi, basso, Dario Milan, batteria, Silvano de Tomaso, percussioni) Estival Jazz 2016, 02 luglio 2016

© Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
richieste di immagini per pubblicazioni o per l’acquisto ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Ma la serata è proseguita con un altro grande artista del jazz mondiale: Mike Maineri al vibrafono, splendida performance dovuta al Steps Ahead Reunion Tour con dei musicisti eccellenti.
Eclettica Eliane Elias al pianoforte a coda in un abbigliamento da urlo tra minigonna, calze a rete e scarpe sexy, Donny McCaslin al sax, Marc Johnson in elegante bianca camicia al basso, Billy Kilson, nascosto tra i piattio della sua batteria ma si fa sentire durante un paio di assoli.

Immagini relative al
concerto di Steps Ahead Reunion Tour Estival Jazz 2016, 02 luglio 2016

© Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
richieste di immagini per pubblicazioni o per l’acquisto ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Un finale invece particolare, puro caos nipponico con la Shibusa Shirazu Orchestra. Una baraonda caotica di: musicisti con tanto di “direttore”, figuranti sbiancanti da ciprie esagerate che evocavano imprecisate scene forse apocalittiche, due “ragazzette” dalle grazie giapponesi nella costante esibizione di due ore di banane di plastiche.
La musica? Appunto un caos di strumenti apparentemente ognuno per conto proprio ma diciamolo… in realtà per fare un caos così bisogna saperlo dirigere. Infatti, il “maestro” d’orchestra, che avrà fumato durante tutto il concerto una ventina di sigarette (ci spiace per lui ed i suoi polmoni ma anche per i nostri che stavamo li sotto), più che dirigere con gesti, dava spesso dei numeri come chiamare gli schemi nei giochi di squadra. Uno spettacolo nello spettacolo.
Nessuna pausa, musica frenetica per due e oltre ore. Forse alla lunga un po’ pesante e stordante ma il pubblico ha apprezzato. Peccato certo non aver compreso minimamente le gesta dei figuranti: dramma? sensualità? estetica? bah?! Davvero incomprensibili.

Immagini relative al
concerto della Shibusa Shirazu Orchestra Estival Jazz 2016, 02 luglio 2016

© Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
richieste di immagini per pubblicazioni o per l’acquisto ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

A margine di questo ultimo concerto ci spiace che sul palco tra il direttore d’orchestra e vari elementi del gruppo, l’uso di sigarette sia stato “pubblico”.
In Italia questa cosa sarebbe inaccettabile anche dal punto di vista della legge. La Svizzera su questo argomento deve ancora imparare molto.
Purtroppo l’architettura del piazzale alla valle di Mendriso, già di per se fa ristagnare il fumo delle sigarette fumate dal pubblico, obbligando i non fumatori a respirare quantità enormi di fumo passivo. Trasmettere poi un messaggio del genere attraverso chi si esibisce come musicista, pur essendo di mente aperta, non mi pare ne carino, ne di rispetto verso chi non fuma, vorrebbe sentire e vedere l’esibizione, senza respirare merda.
Sarebbe il caso a mio avviso che il piazzale sia considerato come locale pubblico chiuso, in questa occasione, vietando di fumare all’interno del perimetro di mattoni rossi.

Sempre all’altezza della situazione, con grande professionalità e cultura musicale che lo distingue, il mitico direttore artistico e conduttore di Estival: Jacky Marti. L’appuntamento e l’attenzione è ora proiettata su Lugano, il prossimo fine settimana dove non mancheranno grandi ospiti.

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


Alessandro Ponti, articoli, articolo, attualità, Bill Evans, Bob Marley, canton Ticino, concert, concerti, concerto, Confederazione Helvetica, Dario Milan, Darryl Jones, Dennis Chambers, Donny McCaslin, Eliane Elias, Estival Jazz, eventi, Fabio Buonarota, festival, Final Step, fotografie, Francesca Morandi, Gabriele Pezzoli, GiovanniSalici News, GSnews, I Neri Per Caso, immagini, Insubria, Jacky Marti, jazz, Julian Marley, Kwashibu Area Band, live, Lugano, manifestazione, Marc Johnson, Marko Marković, Matteo Finali, Mendrisio, Mike Maineri, Mike Stern, Mirko Roccato, musica, Musica & Spettacolo, musicale, musicista, musicisti, news, Noa, notizia, notizie, notizietraleRive, Orchestra della Svizzera Italiana, Pat Thomas, photo, picture, pictures, Regione Insubrica, SHIBUSA SHIRAZU ORCHESTRA, Silvano de Tomaso, Spandau Ballet, Steps Ahead Reunion Tour, Suisse, Svizzera, Svizzera italiana, Switzerland, The Uprising Band, Tony Hadley

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply