quando l’emozione prende il volo, i rapaci della Fiera di Rovenna

quando l’emozione prende il volo

Rovenna, 25 ottobre 2009
Non è certo rimasto deluso chi ha seguito i nostri consigli scritti nell’articolo di pochi giorni fa, e si è recato a visitare la Fiera del Bestiame di Rovenna.
L’ annuale appuntamento sulle pendici del Bisbino anche quest’anno ha regalato emozioni per il contatto che il pubblico poteva sentire con i rapaci esposti nello “stand” de “I Falconieri di sua Maestà“. Un gruppo di Cologno Monzese che come nella scorsa edizione hanno saputo coinvolgere il pubblico di adulti e bambini, durante l’esibizione tenutasi intorno alle 16.30 e durata circa mezz’ora.
I falchi, un lanario e un falco di Harris, durante l’esibizione hanno volato sfrecciando sopra e davanti alle teste dei numerosi spettatori.
Il lanario è un rapace di alto volo, che con spettacolari voli a traiettorie a volte ellittiche, scendeva di quota planando a pochi cm dai nostri capelli, sorvolando di poco i tetti delle auto per poi riprendere quota poggiandosi qua o là su cime di piante o muri.
La poiana di Harris invece, tipica del Sud America ma molto conosciuta in Europa perché utilizzata della falconeria tradizionale, è invece un falco definito di basso volo, quindi sfrecciava con precisione incredibile tra corridoi di spettatori o in alcuni momenti rincorrendo un bimbo scelto tra i visitatori che trascinava con un cordino una finta preda.
Per ultimo un avvoltoio, capovaccaio pileato, che saltellava tra i bimbi sdraiati a terra, alla ricerca del boccone che il falconiere Dino nascondeva tra di loro.

Molti altri i rapaci presenti: Robin l’avvoltoio cappuccino detto anche capovaccaio pileato Necrosyrtes monachus, Anacleto il gufo reale Bubo bubo, Zorro il falco sacro Falco cherrug, Regina il falco di Harris Parabuteo unicinctus, Anastasia il falco lanario Falco biarmicus, Tortellino la civetta comune Athene noctua, Pisolo il barbagianni Tyto alba col suo amico Rocchino l’allocco Strix aluco, e poi ancora Sansone il gheppio americano Falco sparverius ed il piccolo assiolo Otus scops.

Un pomeriggio indimenticabile assaggiando e respirando terre lontane attraverso lo sguardo di questi meravigliosi uccelli.

Durante la manifestazione era allestita anche la mostra-concorso della zucca, con lavori creativi di bimbi ed adulti oltre ad alcuni dipinti a tema.
Nella giornata di domenica la tradizionale fiera del bestiame e l’esibizione degli arcieri hanno di nuovo allietato i visitatori che potevano anche ristorarsi con prodotti locali presso l’area allestita al campo sportivo.

Chi avesse perso quest’ occasione si faccia un appunto per il prossimo anno. Pochi sono gli eventi dove l’equilibrio tra prodotto, divertimento, cultura, relax, sono ben miscelati.
Certo bisogna anche coglierli; ed avvicinarsi a questi animali (sia i rapaci che equini, bovini ed ovini) con rispetto ed umiltà; loro sapranno ricambiarvi.

© Giovanni Salici
All right reserved

altri articoli inerenti alla fiera del bestiame di Rovenna

Immagini relative alle edizioni 2008 e 2009 qui sotto (le prime -2009- in fase di aggiornamento). Perdonate il contrattempo.

richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici
© Giovanni Salici
All right reserved

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply