Archive for Novembre, 2007

kayak 5a uscita: quando l’acqua è dura… i duri cominciano a pagaiare….

venerdì, 30 Novembre, 2007

Menaggio, venerdì 30 novembre 2007 h 18,00

quando l’acqua è dura… i duri cominciano a pagaiare….

Oggi l’acqua era calma a tratti un po’ di brezza, poi un po’ di breva, ma comunque dura.
Non si muoveva tanto il kayak… e siccome non si muoveva ho deciso di portarlo fino Bellagio.
Si ragazzo! Sono partito col mio kayak ed ho affrontato l’acqua dura, ho attraversato il lago con rispetto ma sicurezza.
Ho fermato i motori a metà lago e….. ho tirato fuori un panino con olive come si tira fuori un coniglio dal cappello.
Uomo! Ero li in mezzo all’acqua dura col mio panino; ero il padrone del lago oggi. Non c’erano traghetti ne battelli per lo sciopero.
Ero lì solo in mezzo al lago, sotto la Grigna.
Poi ho proseguito sino a Bellagio, ho fatto 2 chiacchiere con un cigno che mi è venuto incontro dandomi il benvenuto; ho attraccato, sono sceso, ho fatto 2 passi…: “scusi sa che ore sono?” “sono le 2 e 10”.

Bene sono partito da Menaggio alle 13,15, Sono arrivato a Bellagio alle 14 ca.
E’ ora di ripartire… sono risalito in tutta tranquillità, ho salutato il mio amico cigno e via… e l’acqua era ancora più dura.
Ho continuato, (altro…)

kayak 4a uscita: Prima uscita con la macchina fotografica

sabato, 3 Novembre, 2007

Menaggio, sabato 03 novembre 2007 h 16.00

Prima uscita con la macchina fotografica.

Niente di strano; quello che pensavo lo confermo, quasi inutile pensare a scatole particolari o cose specifiche per proteggere la camera dall’acqua …. max una sacca stagna. Perchè alla fine puoi mettere la macchina fotografica nel bauletto, proteggerla come cavolo vuoi ma poi per fotografare è una rottura di coglioni. Inutile, per fotografare la macchina devi averla al collo. Tutto il resto ….

Partenza e prime foto intorno alle 13,30 davanti all’asilo e minigolf, poi ho proceduto come ieri verso Lerai, Nobiallo; il picccolo problema è che ieri l’acqua era calma, coi riflessi e la canoa era molto ferma, oggi il lago era increspato, la canoa anche fermata andava alla deriva trascinata dalla Breva e le onde rendevano le foto più problematiche. Comunque ho fatto le foto della costa di Nobiallo, dei boschi sopra sino alla Grona. Poi alla Baia degli Aironi ho fatto appunto gli aironi, anche se ieri erano di più e hanno volato meglio in gruppo, pazienza. Prima avevo anche fatto un cormorano. Sono poi rimasto lì un po’ a vedere se si riposavano un po’ più bassi ma nulla. La canoa incominciava ad ondeggiare parecchio perchè la Breva picchiava abbastanza, quindi il rischio di nausea traguardando dalla reflex, quindi… me ne sono andato più in là verso la Finanza, panino in kayak, coca cola e poi via dentro le onde a pagaiare verso Menaggio. Alle 15,14 ero davanti alla piazza e non potevo perdere le onde del traghetto che stava arrivando. Ho avuto il traghetto al mio fianco a ca 100 metri poi quando è passato ho appoggiato sulla sinistra e mi sono lanciato contro le onde… grande Gio.
Rientrato.

ca 5 km

© Giovanni Salici
All right reserved

kayak 3a uscita: Giorno dei morti, ma non sono morto!

venerdì, 2 Novembre, 2007

Menaggio, venerdì 02 novembre 2007 h 18

Giorno dei morti, ma non sono morto!

3a uscita sul lago di Como col mio kayak; partenza intorno alle 13 rientro intorno alle 14.30.
Sembrava un’uscita fredda ho messo anche la tuta dei pantaloni, poi invece appena fuori l’aria è scesa, il sole scaldava e si stava bene.
Dopo la solita passata sino alla piazza “per riscaldamento” sono tornato verso Nobiallo costeggiando Lido, Lerai, costa galleria….pace… simpatiche spiaggette con alberi e pettirossi e cincie che canticchiano. Mi è passato sopra un uccello strano abbastanza voluminoso, ma non ho capito cos’era. Ho proseguito per la Finanza di lago e ho costeggiato tutta la vecchia Regina ex statale, la baia del depuratore per poi sbucare sul promontorio degli aironi… infatti 8 aironi si alzano in volo volteggiano sopra e quando capiscono che sono sempre io si riappoggiano, anche se un poco più sopra. Mi stacco qualche metro dagli scogli e mi godo il rientro dei volatili. Pace e meraviglia tra i colori dell’autunno. Riconto gli aironi posati, sono 6. Altri li vedo dopo mimetizzati con le roccie a ca 50 mt dal lago.
Soddisfatto rientro pagaiando tranquillo ma deciso sino all piazza di Menaggio, cavalcando quelle modeste onde dei motoscafi e battelli. Sul lungo lago mi cimento in una sorta di slalom gigante tra le boe ed infine in una sorta di surf sulle onde del traghetto. Attracco. Per oggi ok.
Mi sa che domani porto la Nikon!

ca 6 km

© Giovanni Salici
All right reserved