Posts Tagged ‘caccia’

uccelli morti in valigia

venerdì, ottobre 20th, 2017

uccelli morti in valigia
scoperto un traffico di passeriformi cacciati nell’Europa dell’Est

Orio al Serio, venerdì 20 ottobre 2017
La Guardia di Finanza di Orio al Serio ha scoperto un traffico di uccelli morti e trasportati in valige durante un viaggio aereo.


photo © Giovanni Salici AGS20140830_0952
un passeriforme catturato in una rete
richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Il reato è stato scoperto al rientro in Italia da parte di otto cacciatori della provincia di (altro…)

Ambiente, imparare dalla Svizzera? No grazie!

giovedì, settembre 24th, 2015
Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici
Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici
Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici
Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici
Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici Cygnus olor con sfondo Fulica atra photo © Giovanni Salici

photo © Giovanni Salici AGS20130310_0042 Cigno reale (Cygnus olor)
richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Ambiente, imparare dalla Svizzera? No grazie!
Oltre Confine

Berna, mercoledì 23 settembre 2015
Eh si, sono proprio finiti gli anni nei quali la Svizzera insieme ad altri paesi dell’arco alpino era ad esempio sulla salvaguardia ambientale.
Dopo Cormorani, Orsi, Lupi (tutti protetti a livello internazionale) abbattuti in deroga al minimo “conflitto d’interesse” con l’uomo, ora tocca al Cigno reale.
Uno degli animali (altro…)

c’è del marcio in Danimarca, molto marcio

giovedì, agosto 13th, 2015

c’è del marcio in Danimarca, molto marcio

mercoledì 12 agosto 2015
Questa è una brutta anzi orrenda storia all’interno di una più bella.
E’ il racconto ambientato in uno dei paesi che appaiono tra i più civili al mondo invece sono di una inciviltà indecente.
E’ una breve descrizione di animali, uccisi, di sangue sparso ovunque sulle spiagge, di un gruppo di uomini che dedica la propria esistenza a osteggiare dei massacri, già illegali ma inspiegabilmente tollerati.

Questa è una breve notizia che (altro…)

il Cinghiale

sabato, agosto 8th, 2015
un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici
un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici
un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici
un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici un cinghiale ucciso sopra Argegno nel 2002 photo © Giovanni Salici

photo © Giovanni Salici cronaca_0475 cinghiale, immagine AGSarchivio 2002
richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

il Cinghiale

sabato, 08 agosto 2015
Un uomo è morto oggi in Sicilia a causa di un attacco di un cinghiale; preparatevi, da domani ed i prossimi giorni comincerà invece l’attacco mediatico al cinghiale e noi, dalla parte opposta dell’Italia, nella nostra bella ridente Insubria a cavallo tra le province di Sondrio, Como e Varese, non scamperemo (anzi) ai titoli dei media e quotidiani locali blasonati (o no) ne a qualche trasmissione sponsorizzata da agricoltori e cacciatori sulla solita emittente televisiva di provincia “filo caccia”. Si, qualcuno non vedeva l’ora (altro…)

Addio bramito

martedì, settembre 24th, 2013
cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici
cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici
cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici
cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici
cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici cerva abbattuta SBT_20130922_0001 photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici

photo © Sonia Bottari / Giovanni Salici
cerva abbattuta da cacciatori e caricata su un mezzoSBT_20130922_0001

Addio bramito
redazionale-emozionale di © Sonia Bottari

Valsolda, domenica 22 settembre, primo giorno d’autunno

Una stagione che sento e apprezzo particolarmente per quella magica trasformazione che la natura, prima di entrare nel freddo e buio inverno, ci regala.

I colori sono spettacolari quasi divini. Le foglie, prima di cadere, assumono tinte dal dorato intenso al bronzo brillante rendendo i boschi raggianti; i tramonti sembrano ancora più romantici con sfumature marcate di rosso e arancio; il lago è pacato e assume il (altro…)

“i gufi non sono quello che sembrano”

mercoledì, maggio 16th, 2012

“i gufi non sono quello che sembrano”

Lago del Piano, mercoledì 16 maggio 2012
L’altra sera (lunedì 14) è stato liberato un gufo reale (Bubo bubo) all’interno della Riserva Naturale del Lago del Piano.
La storia in breve di questo esemplare, femmina, è che a seguito di un ritrovamento “infelice” di questo animale nella nostra zona, lo stesso è stato trattato per le cure opportune, presso l’ormai noto centro di recupero della fauna selvatica di Vanzago, realizzato e organizzato dal WWF. Nota associazione a livello mondiale che da anni si occupa a più livelli della tutela della fauna in generale.
Dopo mesi di cure, la femmina di gufo reale, è stata reintrodotta nel suo habitat naturale, certi che riprenda la sua attività e possa tornare a condurre una vita selvatica nelle nostre foreste.
Quindi una storia a lieto fine. Se non fosse che ci viene qualche dubbio (altro…)

sparano ad una cicogna nera

mercoledì, ottobre 12th, 2011

sparano ad una cicogna nera

Pian di Spagna, mercoledì 12 ottobre 2011
Il primo di ottobre, durante un’escursione presso il Lago di Mezzola nella Riserva Naturale dei Pian di Spagna, il sottoscritto aveva avvistato un esemplare di cicogna nera (Ciconia nigra – vedi anche servizio sulla Ciconia nigra del 02 agosto 2008). L’esemplare stava sorvolando circa 100 metri sopra l’acqua lungo la costa selvaggia a nord-ovest in direzione sud; solitario, poco dopo è stato “attaccato” da una cornacchia grigia per aver “invaso il suo spazio aereo”; tipico delle cornacchie.

Purtroppo la notizia che giunge a distanza di poco più di una settimana è che un esemplare (non si sa se lo stesso) di questo volatile altamente protetto è stato rinvenuto impallinato al confine tra (altro…)

elementari a scuola di caccia
demenziale iniziativa comunale

giovedì, aprile 28th, 2011

elementari a scuola di caccia
demenziale iniziativa comunale

giovedì, 28 aprile 2011
Demenziale iniziativa di un comune in provincia di La Spezia. La notizia è di ieri.
Il sindaco Roberto Barotti ed il suo vice Roberto Canata (cacciatore convinto e non a caso presidente dell’ Ambito territoriale di caccia), comune di Rocchetta di Vara, un piccolo paese nelle valli spezine, avevano avuto l’idea geniale di svolgere ai bimbi delle scuole elementari alcune lezioni di caccia con tanto di cinghiale da rincorrere nel cortile e cani addestrati.

un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici
un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici
un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici
un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici
un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici un animale appena ucciso e pulito sul campo photo © Giovanni Salici

nell’immagine d’archivio sopra, una scena usuale nel mondo venatorio:
un animale appena ucciso e sviscerato sul campo

photo © Giovanni Salici AGS20100113_1259

Il sindaco Riccardo Barotti dice “Il nostro slogan è: Rispettiamo la natura” (????? ndr) ed aggiunge “In Val di Vara la maggior parte degli uomini è cacciatore. I bambini a casa (altro…)

abbattuta una poiana !
si aprono molti importati interrogativi

giovedì, marzo 24th, 2011
corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici
corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici
corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici
corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici
corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici corone e Buteo photo © Giovanni Salici

a sinistra una cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
photo © Giovanni Salici
a destra una poiana (Buteo buteo)
photo © Roberto Brembilla

abbattuta una poiana !
si aprono molti importati interrogativi

giovedì, 24 marzo 2011
Risale a giovedì 9 marzo 2011 la notizia dell’ abbattimento di una poiana (Buteo buteo) avvenuta per “errore” del cacciatore che l’ha scambiata per una cornacchia grigia.
Secondo l’Ente Provincia di Lecco, sollecitato da diverso tempo dalla lobby delle associazioni locali dei cacciatori, le cornacchie grigie sono in sovrannumero e questo comporta (sempre secondo l’Ente ed i cacciatori) un danno alla riproduzione di alcuni piccoli passeriformi come pettirossi, cince, usignoli. Una domanda che sorge spontanea è: come mai ai cacciatori interessa mantenere in vita i piccoli passeriformi? Ognuno tragga la risposta.

Sta di fatto che (altro…)

gru in migrazione

lunedì, marzo 30th, 2009

gru in migrazione

 Pian di Spagna, 30 marzo 2009
La primavera significa per moltissime specie di uccelli, tempo di migrazione. 
Piccoli volatili come il Luì grosso che dal centro nord Africa attraversando il sud Italia dove si ferma per nutrirsi di nettare dell’elicriso (helichrysum italicum) proseguono per il nord Europa. I verdoni, le cutrettole, Luì piccolo e verde, tutti piccoli volatili dal peso di 10-20 gr che viaggiano per migliaia di miglia per nidificare a Nord. Ed ancora i Piro piro, i Corrieri, Sterne,  solo per citarne alcuni, e poi taglie grande come cicogne bianche, cicogne nere (rare vedi articolo sa 02 ago 2008), gru. Lo sanno bene gli appassionati di birdwachting e gli ornitologi (sono molti anche nel nostro territorio) che vanno in cerca di questi volatili con binocoli e monocoli potentissimi in una sorta di caccia, che invece di uccidere indifesi e stanchi volatili affaticati da miglia, vento, intemperie, fame, ha lo scopo di studiare, di imparare e vedere quello che la natura ci dona, non come pranzo per la polenta ma per nutrimento interiore. 


Immagini della migrazione delle gru (Grus grus) – photo © Giovanni Salici
richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Proprio sul lago di Como, questi migratori straordinari passano, spesso inosservati dai più, e proprio a capo lago, nella Riserva naturale dei Pian di Spagna, che i due flussi migratori principali si uniscono per poi ripartire verso la Valchiavenna e il nord Europa, oppure verso la Valtellina e il nord-est Europeo e le terre siberiane.

Questi due flussi migratori (altro…)