TMF la mancanza della Ruggero si sente eccome

Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici
Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici
Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici
Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici Paolo Simoni TMF 2015 photo © Giovanni Salici

photo © Giovanni Salici AGS20150819_0815 Paolo Simoni TMF 2015
richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

TMF la mancanza della Ruggero si sente eccome

Tremezzina, mercoledì 19 agosto 2015
Il Tremezzina Music Festival parte, parte con una temperatura non in linea con la stagione, parte con un ritardo di circa mezz’ora (non è una buona abitudine), parte con un discorso del sindaco Mauro Guerra sull’Unione dei Comuni, forse un po’ ripetitiva, parte con le casse “spie” sul palco che non si accendono quando sale sul palco Paolo Simoni, ma parte!
E parte bene con Paolo Simoni, che lascia subito il segno in una serata di luna tagliata in cielo, dopo nuvole dai grandi disegni che han lasciato il posto alla notte quasi buia. Paolo Simoni, fa breccia, con la sua voce che ricorda fin troppo Lucio Dalla; ma a parte qualche canzona un po’ frivola di cui si poteva far a meno, le altre, la sua esibizione, merita un voto alto!

Premi sul link per le immagini relative a concerto di Paolo Simoni al TMF 2015 di mercoledì 19 agosto 2015 a Tremezzo
© Giovanni Salici All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
richieste di immagini per pubblicazioni o per l’acquisto ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Parte il TMF quindi, ma poi casca.
Casca su un trio “improvvisato” come lo definisce prima il direttore artistico Marco Zanotta e poi gli stessi interpreti e musicisti; si, improvvisato sembra la parola giusta.
Petra Magoni, Gian Luigi Carlone, musicista, cantante e compositore, leader della Banda Osiris, e il pianista Mark Harris, che fa parte della formazione con Antonella Ruggiero .
Caos sul palco (anche scenico, disordine), una trombettante autopresentazione, forse per alcuni comica, per altri allucinante.
Il trio sembra in balia di un delirio inaspettato; vogliamo credere programmato ma troppo forzato, fuori contesto al nostro avviso, soprattutto dopo un cantante che ci ha fatto rivivere emozioni di Lucio Dalla.
Petra Magoni ha un voce incredibile, un dono di natura che pochi hanno, riesce a fare col la sua voce degli sbalzi tra i medi toni e acuti fuori dalla norma. Le consigliamo vivamente di usarla meglio. Potrebbe fare di tutto con quella voce, ci sembra un peccato che faccia questo. Una bella voce usata malissimo!
E’ di questo parere anche Caludio, un residente che alle 23 lascia il parco e ci confida il suo disappunto, così come altre persone che abbandonano l’area.
GianLuigi Carlone che dire? Forse sta bene in Banda Osiris. Qui non ci pare. Anche lui ha delle doti vocali ed interpretative, teatrali; si vedono. Ma non ci appaiono usate bene in questo trio. Anche lui dovrebbe sfruttare meglio le sue doti.
Mentre Mark Harris, si presenta sul palco contrariamente agli altri precedenti (in abiti da scena) in ciabatte ed abbigliamento da casalingo disperato, stona un po’. Suona bene il piano, fa un po’ meno bene il comico.

Forse all’assenza della Ruggero sarebbe stato meglio risparmiare i soldi e proseguire col resto del programma come stabilito, senza sostituzioni “improvvisate”; magari chiedendo a Paolo Simoni di esibirsi in più brani, dal repertorio di Dalla. Il pubblico avrebbe gradito maggiormente.

Questa sera (giovedì 20 agosto sperando in orario) l’attesa di Enrico Rava noto jazzista. Speriamo ci faccia dimenticare il Trio Imprevisto.
Assente invece anche Johnson Righeira che si sarebbe dovuto esibire il 21 agosto.

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


Antonella Ruggiero, articoli, articolo, attualità, Banda Osiris, Como, concert, concerti, concerto, Cronaca locale, Enrico Rava, festival, fotografie, Gian Luigi Carlone, GiovanniSalici News, GSnews, immagini, Insubria, Johnson Righeira, live, Lucio Dalla, Marco Zanotta, Mark Harris, Matia Bazar, Mauro Guerra, Mendrisio, Milano, music, musica, Musica & Spettacolo, news, notizia, notizie, notizietraleRive, Omar Pedrini, Paolo Simoni, parco Mayer, Petra Magoni, photo, picture, pictures, Temezzo Music Festival, Teresio Olivelli, Timoria, Tremezzina, Tremezzina Music Festival, Tremezzo, Tremezzo Music Festival, turismo ed eventi, Unione dei Comuni

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply