Whatsapp e Facebook vi spiano, ora insieme!

Facebook acquista Whatapp

Facebook
acquista Whatapp

Whatsapp e Facebook vi spiano, ora insieme!

venerdì 20 febbraio 2015
Abbiamo sempre detto (chi ci conosce lo sa) di essere “contrari a Facebook” e di porvi particolari attenzioni nell’uso; non perchè l’idea di partenza non fosse valida, ma perchè come gran parte delle tecnologie dell’ultima era, in particolare alcuni (o tutti) i social, nascono con uno scopo ma vengono poi usati per molto altro, con un risultato che apparentemente e superficialmente sembra essere di grande comunicazione ed apertura verso un mondo di possibili amici, ma che in realtà troppo spesso porta a solitudini incredibili e di visione di una realtà distorta e virtuale.
Anche nell’attività di una azienda, benché si dica sia utile, i dubbi sono molti. Alla fine sembra davvero essere un modo per comunicare con “tutti” ma per non averne niente! O poco rispetto agli sforzi impegnati.

Ma al di là delle nostre umili opinioni, resta il fatto che ultimamente stanno fiorendo le trasmissioni ed i documentari che mostrano quanto questo particolare Social Network abbia delle falle incredibili, e quanto, queste falle, unite ai dati personali di ogni tipo, che ogni utente inserisce per completare meglio il profilo, spiani letteralmente la strada ai criminali del web. Persone a volte, od organizzazioni vere e proprie, che mirano a controllare i movimenti degli iscritti per portare azioni criminali in tutta sicurezza nelle residenze private, oppure ad appropriassi di profili hackerati, o di dati personali.
Forse non tutti sanno, o non vogliono sapere, che ogni informazione immessa sul web ed in particolare su Fb, resta in modo permanente sul sito, che può usarla a propri scopi, che può essere visibile a chiunque. Anche nel caso di utenti col profilo “visibile” solo ad altri utenti “amici” la situazione descritta si discosta di poco, in quanto l’hackeraggio riesce a penetrare.
Inoltre non tutti sanno che qualunque immagine, disegno, media, allegato, pubblicato su Fb e sugli altri social, diventano di fatto proprietà del social stesso.

Se tutto questo l’abbiamo sempre detto e se tutto questo viene detto ultimamente anche in tv (come accennavamo sopra), la notizia più nuova è che anche Whatsapp (nota appicazione per comunicare istantaneamente tra smartphone) pare, o meglio sia accertato, soffra dello stesso problema: avere informazioni facilmente accessibili dai pirati informatici.
Ed è proprio un gruppo di pirati informatici ad aver mostrato questa possibilità.
Uno sviluppatore informatico olandese, Maikel Zweerink, ha addirittura messo a punto un proprio software che evidenza queste falle.
Sarà che “Dio li fa e poi li accoppia”, sarà che la maggior parte degli utenti ignorerà questo ed altri articoli, documentari vari ecc…. pensando che “non succederà a me” … in ogni caso proprio in questi giorni c’è stato fermento tra i gurppi economici di Facebook e Whatsapp per una integrazione di servizi e forse anche unione commerciale dei due colossi; la notizia di oggi è che la trattativa è andata “a buon fine” e che Mark Zuckerberg ha acquisito l’app per 19 miliardi di dollari; quindi utenti, siete avvisati, se 2+2 fa 4. Probabilmente i problemi e le falle ora raddoppieranno.

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


americana, articoli, articolo, attualità, azienda, bachi, baco, borsa, cronaca, economia, economy, Facebook, falle, Fb, furti, furto identità, GiovanniSalici News, GSnews, hacker, identità, informatica, internazionale, Maikel Zweerink, Mark Zuckerberg, news, notizia, notizie, SN, social network, società, spiano, spiare, spy, virtual, virtuale, Whatsapp

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply