Renzi viola il silenzio elettorale

Renzi viola il silenzio elettorale

lunedì 26 maggio 2014
Tutti sono a conoscenza che dalla mezzanotte della vigilia di ogni elezione scatta il divieto di fare propaganda elettorale, per qualsiasi tipo di consultazione, con ogni mezzo.
Evidentemente l’attuale premier del governo italiano o non ne era a conoscenza oppure “all’italiana” ha deciso di scavalcare questa legge. Infatti molti italiani, quelli che hanno partecipato nel corso degli anni passati alle “primarie del PD” hanno ricevuto ieri mattina intorno alle ore 13, in piena consultazione, un sms di propaganda da parte di Matteo Renzi-PD. L’ sms citava testualmente in stampatello con alcuni errori di grammatica scritta: “Domenica vota il partito democratico.E convinci amici e colleghi #unoxuno.Le nostre idee contro i loro insulti.Perchè l’Italia conti in Europa. Matteo Renzi“.

Ora probabilmente Matteo Renzi non avrebbe avuto bisogno di questo stratagemma per vincere; probabilmente tutti faranno finta di non essersi accorti di questa violazione sulla legge elettorale; probabilmente nessun altro media di stampa parlerà di questa “sciocchezza”. Noi però che nel nostro slogan scriviamo “GSnews, quello che gli altri non dicono“, non possiamo almeno renderlo pubblico. La legge anche questa volta non è uguale per tutti.

Resta anche di dubbio gusto l’aver approfittato dei dati sensibili di chi ha partecipato alle primarie negli scorsi anni; anche in questo caso, forse, qualche regola sulla privacy, è stata violata.

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore


articoli, articolo, attualità, campagna elettorale, consultazione, cronaca, elettorale, elezioni, Europa, europee, GiovanniSalici News, governo, GSnews, legge, Matteo Renzi, minacce, news, notizia, notizie, PD, politica, politici, privacy, propaganda, silenzio, sms, violazione

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply