sparano ad una cicogna nera

sparano ad una cicogna nera

Pian di Spagna, mercoledì 12 ottobre 2011
Il primo di ottobre, durante un’escursione presso il Lago di Mezzola nella Riserva Naturale dei Pian di Spagna, il sottoscritto aveva avvistato un esemplare di cicogna nera (Ciconia nigra – vedi anche servizio sulla Ciconia nigra del 02 agosto 2008). L’esemplare stava sorvolando circa 100 metri sopra l’acqua lungo la costa selvaggia a nord-ovest in direzione sud; solitario, poco dopo è stato “attaccato” da una cornacchia grigia per aver “invaso il suo spazio aereo”; tipico delle cornacchie.

Purtroppo la notizia che giunge a distanza di poco più di una settimana è che un esemplare (non si sa se lo stesso) di questo volatile altamente protetto è stato rinvenuto impallinato al confine tra la provincia di Sondrio e Como, in alcuni campi utilizzati da cacciatori a ridosso dell’Adda nella zona di Dubino.
L’accaduto è sconcertante!
Ovviamente è difficile presumere un errore di valutazione in quanto per forma, aspetto e soprattutto dimensioni, la cicogna (bianca o nera che sia) insieme ad aironi ed alcuni rapaci è abbastanza inconfondibile, proprio le dimensioni non possono essere confuse con altri volatili di cui sfortunatamente ne è permessa la caccia.

Immagini relative alla cicogna nera rinvenuta nella campagna di Dubino,
11 ottobre 2011
– photo © Andrea Comalini

richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

L’ipotesi resta quindi quello di un atto consapevole da parte di un cacciatore o peggio bracconiere, forse a scopo commerciale (mercato nero degli imbalsamati) oppure qualcuno infastidito da uccelli pescivori che ha confuso (essendo ignorante) la cicogna per un airone cenerino o forse con un cormorano; un esperto non li potrebbe scambiare per via di una differenza sostanziale della forma del collo che nel volo di una cicogna e teso in avanti mentre quello degli ardeidi è tipicamente ricurvo a S, inconfondibile anche a distanza. Il cormorano è sostanzialmente più piccolo e ricordiamo che anch’esso rientra nelle specie superprotette dalla Comunità Europea (Italia) essendo stato al limite d’estinzione durante gli anni ’70; nonostante le polemiche montate a dovere in questi anni senza conoscere a fondo la situazione reale da “taluni”, il cormorano resta specie protetta.

Il ritrovamento è stato effettuato l’ 11 ottobre dalla Polizia Provinciale di Como, benché in territorio Valtellinese, avvisata da alcuni residenti della zona. Dagli stessi agenti l’animale senza vita è stato poi consegnato ai colleghi della Polizia Provinciale di Sondrio. Sono in corso le indagini per cercare di risalire al colpevole. Persone che frequentano la zona e le telecamere di sicurezza sparse sul territorio anche a distanza potrebbero fare questa volta la differenza.

Ricordiamo che questa specie è presente (appurata) in Italia solo in Valsesia, Sardegna, Basilicata. Il WWF ha stimato circa 10 coppie nidificanti in tutta Italia.
La cicogna nera, che da alcuni anni transita in modo semi regolare in alto lago di Como, è sicuramente un elemento di vanto per questa zona. I Pian di Spagna e le vallate selvagge laterali sarebbero l’habitat ideale per la nidificazione di questo uccello … se certi umani venissero ingabbiati!

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply