Lido Menaggio, arrestato per Ndrangheta

Lido Menaggio, arrestato per Ndrangheta

Menaggio, 01 luglio 2010
Arrestato oggi uno dei contitolari del noto locale Lido di Menaggio. Adolfo Mandelli, 49 anni, imprenditore immobiliare ed architetto, è stato posto in manette dagli agenti della squadra mobile su ordine della direzione antimafia di Milano. Le accuse sono pesanti: associazione di stampo mafioso. L’operazione che ha portato all’arresto di Mandelli si inquadra in una maxi indagine contro il clan Valle, considerato particolarmente pericoloso secondo il pubblico ministero Ilda Bocassini, in quanto «riproponeva al Nord i meccanismi esistenti al Sud come l’uso della violenza e il controllo del territorio».

Nel corso delle operazioni sono state arrestate altre 15 persone tra cui i presunti capi dell’organizzazione Francesco Valle e i figli Angela e Fortunato. Inoltre sono stati sequestrati 22 immobili e terreni a Menaggio (una palazzina), a Carlazzo, ed in pieno centro Como.
Adolfo Mandelli avrebbe secondo le accuse contribuito attivamente a rafforzare il clan Valle aiutandoli ad eludere i controlli delle forze dell’ordine.

Nel corso della serata, durante il consiglio comunale, il sindaco di Menaggio si è detto sorpreso sulla vicenda, informato poco prima dalla stampa locale. Dopo alcune domande da parte del gruppo di minoranza il sindaco ha risposto che per il momento i canoni di affitto dei locali del Lido (proprietà del comune di Menaggio) sono stati versati in modo regolare tranne l’ultimo che è in ritardo sulle scadenze; aggiungendo inoltre ” la convenzione però ci cautela, sia con fideiussioni a garanzia sia con la possibilità di risolvere il contratto in caso di inadempienze”.

© Giovanni Salici
All right reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

2 commenti su “Lido Menaggio, arrestato per Ndrangheta”

Rispondi