deceduto un piccolo Principe

deceduto un piccolo Principe

Menaggio, mercoledì 26 maggio 2010
Questa è la breve storia di un piccolo Principe vissuto per pochi giorni nel Regno incantato della Val Senagra.
La tratterò meno giornalisticamente in quanto è una storia che mi ha coivolto da vicino.
Un piccolo di cervo è stato trovato ieri nel tardo pomeriggio, da un menaggino, D.C., che stava correndo su un sentiero adiacente il percorso della salute (non del cervo purtroppo), poco sopra le Piamur di Loveno, nel Parco della Val Senagra.

L’uomo quando ha notato il piccolo animale, inerme ed apparentemente abbandonato, ha pensato fosse ferito ed in buona fede ha tentato di soccorrerlo caricandolo sulle proprie spalle e portandolo a valle. Giunto nei pressi del cimitero di Loveno, con un telefono preso in prestito è riuscito ad avvisare casa dell’accaduto. Saputa la notizia la moglie non sapendo chi avisare mi ha chiamato ed ho provveduto ad allertare le istituzioni competenti.

Sul posto è quindi giunto il Corpo Forestale dello Stato che, constatato che l’animale non era realmente ferito, ha provveduto come da protocollo legislativo a riportare l’animale sul luogo dell’originario ritrovamento, nel tentativo che la madre, probabilmente nelle vicinanze, potesse “ricontattarlo”, nonostante l’odore dell’uomo ormai presente.
La speranza di tornare stamattina e non trovare più l’animale è purtroppo scemata all’alba quando recatomi sul sentiero ho potuto constatare che il piccolo Principe giaceva ormai senza vita, nonostante si possa ipotizzare che abbia tentato di allontanarsi con le sue gambe ma che poi sia caduto sul fronte opposto.
Anche il comandante Gabriele Casadei del CFS giunto contemporaneamente non ha potuto che accertare la triste fine di questo animale.

Non sappiamo come questa storia sarebbe andata se il “soccorritore” non lo avesse portato con se pensando di fare il bene dell’animale. Forse il piccolo Principe si sarebbe ricongiunto alla madre, o forse era già in stato di stress emotivo e quindi irrecuperabile anche presso un centro specializzato.
Ovviamente non si può, non è corretto, fare dietrologia su questo evento.
Certamente è però un’ occasione per fare una corretta informazione.
Proprio in questo periodo le cerve stanno partorendo e non è così raro imbattersi in qualche piccolo, lasciato solo magari per brevi periodi. Si raccomanda e lo ha sottolineato il comandante della Forestale, di non toccare i piccoli. L’odore che l’uomo lascia sull’animale può portare realmente al non più riconoscimento da parte del genitore, quindi alla condanna del cucciolo.
Nessun animale selvatico va toccato o trasportato (tra l’altro incorrendo in una sanzione amministrativa), ne cucciolo ne adulto; nel dubbio che realmente possa essere ferito, contattate la Polizia Provinciale (competente in questi casi dell’eventuale recupero) oppure il Corpo Forestale dello Stato, sempre presente e disponibile sul territorio. Saranno loro a darvi indicazioni in merito ed effettuare una ricognizione. Allontanatevi velocemente nel caso di cuccioli apparentemente abbandonati, e, restate nelle vicinanze ma senza intervenire nel caso di ferite ben visibili.

© Giovanni Salici
All right reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

Immagini relative al piccolo di cervo trovato e poi morto, 25-26 maggio 2010

richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

© Giovanni Salici
All right reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 Responses to “deceduto un piccolo Principe”

  1. […] altro sul piccolo Principe qui Immagini relative al piccolo di cervo trovato nel bosco e poi morto, 25-26 maggio 2010 richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici […]

  2. […] E’ di due giorni fa’ la storia di una persona della nostra zona che ritrovando un piccolo capriolo in una modesta radura con erba alta ha pensato di prenderlo, somministrargli del latte vaccino (deleterio perché provoca attacchi di dissenteria pericolosi), addirittura facendogli fare una visita veterinaria pensando l’animale fosse malato. Il CFS intervenuto, congiuntamente al guardaparco della Riserva del Piano per l’Ente Comunità Montane, hanno poi deciso di far riportare l’animale nel luogo del ritrovamento sperando nella buona stella. Fortunatamente questa storia è andata buon fine come una strana fiaba ma la maggior parte delle volte ha in realtà esiti contrari. Leggi anche qui > deceduto un piccolo Principe […]

Leave a Reply