Tullio Abbate ci ha lasciati


photo © Giovanni Salici – AGSphotoagency.eu All right reserved – Tutti i diritti sono dell’autore
Tullio Abbate su un suo motoscafo il 21 luglio 2015 AGS20150721_1842
richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

è morto uno dei Re dei motoscafi
CO-rona VI-rus D-isease,, Corona virus, coronavirus (CoV), CoV, Covid-19, Covid19, SARS-CoV-2,

Tremezzina, giovedì 09 aprile 2020
Ogni morte è importante sempre e comunque per il vuoto che lascia non solo nelle persone vicine o familiari ma anche verso coloro che magari non hanno mai conosciuto la persona ma la sua popolarità, o attività, letto qualcosa, sentito dire …

Ogni morte di Corona virus lascia un ulteriore spazio vuoto; lo spazio di una persona che lascia la casa, a volte senza troppo tempo per salutare, con pochi oggetti: il telefono, il carica batterie, un pigiama, le ciabatte, forse un libro.
Da me va a tutti i familiari e conoscenti di queste persone…. il silenzio, il pensiero, il dolore, che in parte cerco di condividere.

Oggi è morto Tullio Abbate, non è più importane degli altri innumerevoli morti di cui sopra, ma non si può esimersi dal ricordarlo, anche lui.

E’ stato uno dei Re dei motoscafi non solo del Lago di Como ma dell’Italia. Conosciuto in ogni ambiente in tutto il mondo.
Suo fratello, Bruno Abbate, uno degli altri Re, morì nel luglio del 2008. Era famoso per le imbarcazioni Primatist: lusso, competizioni, energia, confort.
Tullio Abbate è stato il costruttore dei motoscafi da record: lo sport, innovazione, tenacia. Da pochi anni era entrato nel mondo delle competizioni con scafi elettrici in collaborazione con Suzuki. Il suo nome resta legato a grandi campioni di altri sport del passato e del presente come Gilles Villeneuve, Ayrton Senna. Ma anche a personaggi come Stefano Casiraghi e la principessa Carolina di Monaco, Sylvester Stallone e Madonna solo per citarne alcuni.

Era del 1944, figlio di Guido Abbate, aveva aperto il suo cantiere nel lontano 1969. Oggi la produzione non è più sul Lario per motivi di spazi ed esigenze, ma resta non poco distante. Rimane in Tremezzina invece, ad Azzano di Mezzegra, la sede e gli uffici.

Tullio era ricoverato al San Raffaele di Milano ed il Covid-19 lo ha strappato ai suo cari ma anche a tutti i laghèe che lo ricorderanno sempre osservando la schiuma bianca di qualche motoscafo nelle acque del centro Lario.

… e che Dio e la Grande Madre ce la mandi buona…
GiovanniSaliciNews-NotizietraleRive
© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews
ci trovi anche sul nostro canale YT
nuovo sperimentale canale Telegram GSnewsNTLR

SE TI VA puoi sostenere in questo momento difficile questo sito di informazione libera con una piccola donazione a tua discrezione . Te ne siamo davvero grati!


articoli, articolo, Ayrton Senna, Azzano di Mezzegra, barca, barche, bat, Bruno Abbate, Carolina di Monaco, centro, centrolago, CO-rona VI-rus D-isease, Corona virus, coronavirus (CoV), CoV, Covid-19, Covid19, epidemia, fotografie, Gilles Villeneuve, Giovanni Salici, GiovanniSalici News, GSnews, Guido Abbate, immagini, Italia, Italy, King, laghée, Lago dii Como, Lario, made in Italy, Madonna, Milano, motoscafi, motoscafo, news, notizia, notizie, notizietraleRive, ospedale, pandemia, photo, picture, pictures, Primatist, prodotto italiano, Re, San Raffaele, SARS-CoV-2, Stefano Casiraghi, Sylvester Stallone, Tremezzina, Tremezzo, Tullio Abbate

Rispondi