perchè il comune vuol chiudere
il museo di Lentate sul Seveso?

in una serata si capirà perchè
il comune vuol chiudere il museo di Lentate sul Seveso?

C’è una realtà a Lentate sul Seveso di cui spesso abbiamo parlato tra le righe di notizieTraLeRIVE, ovvero quello spettacolo di Museo Civico di Lentate che ospita tra le sue mura innumerevoli e speciali reperti naturalistici da far invidia.
Il Museo, portato avanti da 22 anni di sacrifici dalla associazione interna, oltre che essere divenuto un punto di riferimento per esperti del settore naturalistico, sede appunto di testimonianze plurime (dalla geologia all’avifauna ecc..), organizza spesso incontri con specialisti di tutto rispetto e dalla fama internazionale su varie tematiche ed aspetti, dando così ampio respiro culturale ad un settore (quello della Natura) spesso osannato solo superficialmente dalla massa ma altrettanto spesso abbandonato e maltrattato dalla stessa massa, in forma di singoli.

Di questi incontri ne abbiamo data pubblica notizia nei nostri articoli, in qualche occasione.
Lo scorso anno il Museo Civico di Lentate ha collaborato inoltre con l’organizzazione del settore educazione ambientale del Sondrio Festival (leggi anche questo articolo).

Immagini relative ai visitatori nelle sale del Museo Civico di Lenatate sul Seveso, archivio del 23 maggio 2015 photo © GiovanniSalici.com

richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Il suo tributo ed impegno nel tempo è sempre stato forte verso questo mondo di naturalisti, ornitologi, educatori, “portatori sani” di Natura.

Un comunicato informativo dal museo ci arriva oggi in redazione col quale si annuncia la decretata fine della gestione attuale del Museo allo scopo (secondo l’associazione) di chiudere definitivamente la struttura in un futuro prossimo.
Per capire meglio cosa sta succedendo e quale sarà il futuro del Museo Civico Naturalistico di Lentate sul Seveso, esperti, appassionati, curiosi e popolazione tutta (anche da fuori provincia) è invitata ad una serata importante il prossimo giovedì 14 settembre alle ore 21 che vedrà ospiti (invitati) anche il sindaco e l’amministrazione comunale, oltre che i membri ed il direttivo della Associazione per la Gestione del Museo Civico di Lentate.

L’appuntamento è presso il museo in via Aureggi 25 a Lentate (MB).

GiovanniSaliciNews-NotizietraleRive
© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

Iolanda Negri

Riportiamo di seguito integralmente queste note dell’ex assessore Iolanda Negri:
Scrivo queste note da ex Assessore ai Lavori Pubblici e quindi anche ex responsabile del Demanio comunale, non per rispondere alle azioni di “epurazione” dell’attuale Giunta di destra (per quello ci sono altre sedi) ma solo per aiutare i cittadini a comprendere la gravità dell’opera di mistificazione messa in atto.
Si dice che si mente per convenienza (ottenere ciò che si vuole), altre volte si cambiano i fatti per ignoranza. Sicuramente quello che ci raccontano il Signor Turconi Sormani (Vice Sindaco) e la Sig.a Ferrari Laura (Sindaco) non può essere frutto di ignoranza.
Apprendiamo dai giornali locali che da sopralluogo eseguito presso l’edificio che ospita il Museo civico (palazzina di Via Aureggi 25), avendo trovato una situazione tragica: animali abbandonati, il giardino diviso da una staccionata abusiva e via dicendo,le due Associazioni Onlus-“la Puska” che da oltre 20 anni ha sede nella palazzina (e paga annualmente 490 euro) e l’associazione che dal 1996 gestisce il Museo civico – non sono affidabili e quindi se ne devono andare.
Lo avevano anticipato, CON ALTRE MOTIVAZIONI, in campagna elettorale e lo hanno fatto.
Quelli enunciati non sono i veri motivi perché chi ha partecipato in questi anni alle molte iniziative, oppure ha visitato il Museo anche recentemente ha potuto costatare che le sale sono tutte tenute con estremo ordine, le raccolte sono tutte custodite e nessun animale “preparato” è abbandonato negli angoli, o meglio, quelli fuori dalle teche come l’orso o il coccodrillo, sono stati messi lì proprio perché i visitatori, specialmente i bambini, li possano toccare.
Si dice che vi è una staccionata abusiva: è falso è un cancello, autorizzato dall’Ufficio Lavori Pubblici, e collocato dalla Puskaa sue spese per evitare che i frequentatori del giardino Margherita Hack potessero accedere ai rustici, ovviando così a possibili interferenze e problemi di sicurezza fra l’area pubblica e quella utilizzata come deposito delle due Associazioni e dal Parco della Brughiera.
Quindi qual è il vero motivo di tanto accanimento?
Non è un problema di orari di apertura (è l’unico Museo della Provincia di Monza Brianza aperto tutti i giorni), non è un problema di cattiva gestione perché la Provincia di Monza e Brianza ogni anno controlla l’attività ai fini del riconoscimento della classificazione di Onlus, non è un problema di costi perché l’Associazione il massimo che ha ricevuto come contributo annuale dal Comune è stato 6 mila (durante l’Amministrazione Sasso, per due anni l’Associazione non ha ricevuto nulla e i volontari si sono tassati per gestire le attività).
Neppure la scusa delle due iniziative organizzate in campagna elettorale dal centro sinistra presso il giardino pubblico regge: perché ambedue autorizzate dagli uffici comunali.
Penso quindi che questa “sindrome di Pinocchio” sia solo una “risposta adattiva” della politica dell’attuale Giunta, a trazione leghista, da sempre contraria alla cultura e all’integrazione sociale. Nessuna meraviglia, quindi, se Pinocchio genera Pinocchio.
Ma è solo la menzogna o gli ingredienti di questo malsanococktail sono anche l’arroganza, l’eccesso dipotere e l’avversione?
Evidenzio che per oltre 20 anni l’Associazione che gestisce il Museo civico ha ottenuto la piena approvazione dei programmi di intervento e dei bilanci da parte di tutte le Amministrazioni comunali che hanno preceduto la Giunta Ferrari (ricordo che in una di queste la sig.a Del Pero Patrizia ricopriva il ruolo di Assessore alla Cultura e aveva fra le proprie competenze anche il Museo civico).
Spero che i cittadini lentatesi si pongano il problema dell’effetto che una scelta “scellerata” del genere può avere sulla nostra comunità.
Iolanda Negri

Qui trovate il sito ufficiale del Museo Civico di Lenatate, il tour virtuale vi accompagnerà tra le sale.

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


Angelo Lietti, appuntamenti, articoli, articolo, attualità, avifauna, chiude, chiudere, educatori, evento, fauna selvatica, fotografie, GiovanniSalici News, GSnews, immagini, informazione, Iolanda Negri, Laura Ferrari, Lega Nord, Lentate sul Seveso, Matteo Turconi Sorman, Monza e Brianza, Museo Civico di Lentate sul Seveso, natura, Natura ed Ambiente, naturalisti, naturalistica, news, notizia, notizie, notizietraleRive, ornitologi, Paolo Lietti, photo, picture, pictures, Sondrio Festival

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply