Estival jazz a Lugano
tra acquarelli di Alessandro Curadi

Estival jazz a Lugano tra acquarelli di Alessandro Curadi
e foto di Maurizio Molgora

Lugano, giovedì 13 luglio 2017
Estival Jazz, si è appena concluso con alcuni concerti che hanno lasciato il segno (positivo) come del resto in ogni edizione, la prossima festeggerà i 40 anni.


photo © Giovanni Salici AGS20170708_1213-14 Alessandro Curadi a sinistra, Maurizio Molgora a destra, all’interno di Zenzero, 08 luglio 2017
richieste di immagini ed acquisto sia per pubblicazioni che per privati ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Lascia però una scia quest’anno che durerà sino ad agosto; nella quale la musica di Estival, incontrando la pittura di Alessandro Curadi, trova spazio nella Zenzero Art Gallery della cittadina del Ceresio.

Alessandro Curadi è un noto pittore, anzi, un meglio conosciuto ritrattista acquarellista Live. Infatti lo si incontra ogni anno a Estival di Lugano od ancor prima di Mendrisio, con la moglie che sempre lo accompagna, i suoi pennelli e colori, i tanti fogli di carta bianco avorio martellata che durante la sera toccherà, imprimendovi l’acqua colorata che diventeranno opere, ritratti degli artisti musicisti che appaiono sul palco.
Ma si può incontrare Alessandro anche a Milano, dove vive, assiduo frequentatore di locali jazz e dei Tempi della musica, sempre impegnato nella sua passione di vita.
E sono proprio questi “ritratti al volo” che resteranno in esposizione presso la galleria Zenzero di Lugano, diretta da Valentina Stöckli.
Agli acquarelli ha aggiunto però anche alcuni pannelli verticali, sempre relativi a Estival, realizzati con tecniche miste in studio.
GSnews: Alessandro, preferisci lavorare in studio oppure come ti abbiamo conosciuto a Estival?
Alessandro: Sicuramente preferisco dal vivo, qui c’è tutto, la pittura, la musica, il musicista, questa interazione che si crea, l’energia che si percepisce.

Ed è tutta questa passione raccontata in poche parole l’essenza di questo artista, trasmessa poi nei suoi lavori.
Ma gli acquarelli dal vivo hanno anche un valore aggiunto (anche per il compratore); la maggior parte di questi riportano l’autografo del musicista ritratto che Alessandro ha poi incontrato dopo il concerto.

L’esposizione continua sino al 31 di agosto, coadiuvata da alcune fotografie di grandi dimensioni di Maurizio Molgora, anch’esso milanese ma trasferito a Lugano, Maurizio è passato alla fotografia dopo la pittura neo-espressionista. Affianca a questa professione anche quella di grafico e illustratore.
Le foto che espone allo Zenzero sono in bianco e nero e raccontano attimi di palcoscenico con un’occhiata creativa anche sul pubblico.

In questa particolare mostra “collettiva” troviamo anche una chicca storica, ovvero, sempre in BN, una immagine di Miles Davis scattata da Maurizio Gonnella, fotografo del Corriere del Ticino.

Inaugurata il 5 luglio scorso con la presenza e presntazione di Giorgio Thoeni e Jacky Marti, personaggi chiave emblemi a loro volta di Estival, la mostra prosegue sino al 31 agosto negli orari di apertura di Zenzero (Crocicchio Cortogna 2, Lugano) a due passi da Piazza Riforma.

Sotto a margine riportiamo una breve presentazione di Giorgio Thoeni, giornalista RSI

GiovanniSaliciNews-NotizietraleRive
© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

La musica è un territorio dell’anima e del sublime. È anche teatro di immagini in continuo movimento. È bravo chi riesce a fermarle, in bianco e nero o a colori. La platea di Estival è colma di appassionati dell’immagine: aumentano ogni anno e ognuno di loro vuole catturare la musica con un istantanea, vogliono cogliere l’emozione, l’attimo fuggente. E tradurre in un modo del tutto unico e originale l’appassionante connubio tra immagine e arti visive non è così facile. Ma c’è chi ci riesce. È anche il tema e la sostanza di “Estivalove”, un’esposizione che oltre a testimoniare l’amore per la musica, mette in comune due artisti che interpretano il concetto di “velocità” in maniera del tutto personale. Due artisti, indubbiamente. Chi usa un piccolo obiettivo fotografico non è diverso da chi utilizza un pennello, acqua e colori per impressionare un foglio di carta. Per entrambi sono forme di lettura della realtà, due linguaggi espressivi che attraverso lo sguardo indagano e catturano la bellezza, la magia di sensazioni liberate da un concerto musicale.

Giorgio Thoeni, giornalista

leggi anche gli ultimi articoli pubblicati su GSnews


40 anni, Alessandro Curadi, Andreas Wyden, articoli, articolo, attualità, canton Ticino, Estival Jazz, Estival Jazz Lugano, eventi, festival, fotografie, Giorgio Thoeni, GiovanniSalici News, GSnews, history, immagini, Jacky Marti, jazz, Lugano, Maurizio Gonnella, Maurizio Molgora, Mendrisio, Milano, Miles Davis, musica, Musica & Spettacolo, musicista, musicisti, news, notizia, notizie, notizietraleRive, photo, picture, pictures, Valentina Stöckli, world, Zenzero Art Gallery

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply