E’ l’ora – il Risveglio

Menaggio, lunedì 07 febbraio 2011, h 18 ca studio

E’ l’ora – il Risveglio
E’ l’ora ragazzi!
E’ l’ ora!
Non sapete quante ore ho passato nelle ultime settimane per cercare una foto rappresentativa di questo titolo che da tempo ho in mente.
Mi è arrivato (il titolo) una mattina scendendo da casa sul sentiero di Yasamin.
Forse è semplice, forse banale, ma il significato è preciso, denso, di quel momento che perdura da settimane, da mesi.
Ho cercato e ricercato le immagini; inizialmente orientato ad un paesaggio che comprendesse l’acqua, poi la mia attenzione e fantasia ha puntato sulla ricerca di un’immagine più immediata, come lo era stata “l’ ultimo saluto (Addio)” con la foglia.
“E’ l’ ora” doveva essere più rapida nella lettura, più concentrata nella visione, più particolare e ristretta nell’inquadratura.
Pensavo al Cigno, mentre si invola (perché così mi sento ora); l’ho trovato, ma la luce non era quella che avevo dipinto nella mia mente, nemmeno dopo alcuni tentativi di elaborazione son giunto a quello che volevo. Ho cercato di nuovo tra i cigni perché quello che mi si è aperto (ben prima del 31 dicembre 2010) è probabilmente l’anno del Cigno o quello del gatto, “the year of a cat”, come cantava il buon Al Stewart long time ago, perché tale Culblu e sovente tale Faccia Bianca, due splendidi mici europei, da mesi, ogni sera, mi attendono, al termine di Yasamin, al cancello di casa, per accompagnarmi sino all’uscio come due amici, come una famiglia che si riunisce la sera e si racconta la giornata.

Nessuna foto come intendevo è uscita comunque dal mio archivio, riguardo ai cigni, è uscita invece una bella immagine di un gabbiano comune giovane, dallo splendido piumaggio screziato marrone illuminato dal sole caldo. E’ rimasta lì lì per essere scelta, proprio per l’insieme della luce mattutina tipica di “Risveglio” e l’interpretazione che l’ immagine dava di un gabbiano giovane e La Rinascita, il senso di libertà, di alto volo, magari veleggiato nel vento, un richiamo inequivocabile al gabbiano Jonathan Livingston… insomma una serie di elementi significativi del mio attuale essere.

Ma nonostante tutto mancava qualcosa, forse avrei avuto bisogno di più foto per dare il senso a quel titolo che già di per se riassume tutto il mio stato d’animo.
Forse, come suggerito dalla mia amica Isa, la foto che sto cercando è quella che dovrò ancora fare.

“E’ l’ora” doveva, o meglio, è, il cancello di ingresso di una nuova era di queste avventure del Gio Temerario.
Non cambierà nulla forse di “visibile”, ma in ogni caso qualcosa invece di molto visibile è già cambiato.
Ma questo è un altro discorso…
E’ passato del tempo (poco o tanto e solo una quantità relativa) da quel “l’ ultimo saluto (Addio)” del 13 novembre 2010.
A volte la vita cambia in un click e quel click non è il rumore della tua fedele fotocamera.

(Ci sono dei cambiamenti che cerchi, aspetti, per anni, ed all’improvviso quando non ci speri più, accadono. Sono fortunato dopo tutto, a me è accaduto, ed è stata un’esperienza indescrivibile, che comunque, almeno per ora, non scriverò qui. )

Dovevo ripartire a scrivere su questo spazio che mi collega ad un mondo che, se apparentemente virtuale, scopro essere spesso molto reale.
Ma dovevo anche lasciare decantare me stesso a mezz’ aria tra l’astratto ed il reale (ascoltare, assaporare, godermi la luce) prima di… ripartire.

E proprio ieri mi son detto, forse Gio, se non trovi la foto per riaprire le porte un motivo ci sarà?

Quindi forse la vera essenza di “E’ l’ora” (il Risveglio), almeno per ora, sta veramente solo in quelle poche parole, tutto il resto è superfluo, le foto verranno dopo.

Per il momento l’ importante è…

E’ l’ora !
il Risveglio !

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

altro su La Rinascita
per chi non conosce …. the year of a cat oppure the year of a cat
qualcosa su Jonathan Livingston, song by Neil Diamont e Dear Father Jonathan Livingston e dialoghi da Jonathan Livingston … un libro, un film, assolutamente da avere tra i vostri preferiti, ci sarà o prima o dopo nella vostra vita un momento in cui questa storia sarà la vostra anima. Ve lo auguro di cuore.

—————————————————————————————————————
Parole chiave, Tags: Al Stewart, alba, amici, casa, Culblu, dawn, E’ l’ora, energia, Faccia Bianca, famiglia, friends, gabbiano, Gabbiano comune, Gabbiano reale, gatti, gatto, Gio Temerario, Giovanni Salici, guerriero della luce, il Risveglio, interiore, interiorità, Isabeau, Isabella, Isabella Frangi, Jonathan Livingston, La Rinascita, Larus ridibundus, life, mici, micio, Neil Diamond, percorso, seagull, seagulls, sentiero, sunrise, The Year Of The Cat, twilight, vita, yasamin

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

One Response to “E’ l’ora – il Risveglio”

  1. […] bambino, in questa notte che si apre sul 18 dicembre e che già mi vide rinascere nuovo ma senza rinnegare il mio essere stato in quella notte di freddo, di neve, di vuoti e di […]

Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: