Villa Blanche, 300.000

Valsolda, mercoledì 05 maggio 2010 h 11,05

Villa Blanche, 300.000

Oggi voglio dedicare un po’ di tempo per parlarvi e festeggiare un compagno presente dal 1996 nella mia vita e che mi ha dato la possibilità di realizzare un sacco di cose accompagnandomi sempre fedelmente un po’ di qua ed un po’ di là.
Non è una persona, e non è nemmeno uno di quei fantastici animali od uccelli che ogni tanto mi danno emozioni inspiegabili.
Si tratta di una cosa, ma che veramente mi ha aperto spesso la “strada” per nuove avventure.

Il MIO “furgone”, un Volkswagen Transporter T4 Caravelle, amichevolmente chiamato “Villa Blanche” dal 1996 quando andammo il terra d’ Olanda, questa mattina alle ore 11,05 in località Valsolda ha varcato felicemente la soglia dei 300.000 km.
Non potevo non dedicargli qualche minuto, fermandolo a bordo strada (sulla SS 340 statale Regina) poco prima della piccola galleria del Sasso Rosso, e scattandogli alcune fotografie che lo ritraevano fiero col contachilometri che segnava l’evento.

Certo il piccolo viaggio che stavamo facendo era un semplice trasferimento su un evento di cronaca ad Oria (sul Ceresio italiano) ma il MIO furgone mi è sempre stato indispensabile anche per queste quasi quotidiane esigenze.
Il MIO furgone in realtà sarebbe un pulmino a 9 posti ma l’ho trasformato seppur spartanamente in un piccolo van; alla buona ma molto efficiente!
Si può dormire, in due, si può cucinare, si possono conservare alimenti con un piccolo frigorifero asportabile, si può anche far la cacca nel portapotti chimico, insomma una vera lussuria, ecco il perché del nome “Villa Blanche” dopo aver visto in uno dei primi viaggi a Delft in Olanda, una di quelle piastrelle da apporre all’ingresso delle residenze che riportava per l’appunto quella dicitura. Peccato non averla acquistata.
“Villa Blanche” negli anni mi ha permesso di visitare una piccola parte di mondo, anche se entrambi avremmo sempre fame di asfalto sotto le gomme.

Ricordandone solo alcuni… sicuramente il più impegnativo, il più grande, il più lungo, quello percorrendo 13.000 km in 40 giorni raggiungendo il 20 giugno 1999 Capo Nord, passando per Svizzera, Austria, Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Lituania, Lettonia, Estonia, Finlandia, Norvegia e poi Svezia, ancora Germania e di nuovo Polonia e poi Olanda e Francia.
Altri viaggi più vicini come Liguria, Marche, il Delta del Po, la Val d’Aosta ed altri nell’Est europeo come Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia.
Altri tornando in luoghi già visitati.

Il MIO furgone è un MITO e mi sembrava giusto oggi festeggiarlo, perché quando un oggetto è così presente non può essere solo lamiera su gomma.

© Giovanni Salici
All right reserved
Tutti i diritti sono dell’autore


richieste di immagini ad Archivio Fotografico Giovanni Salici

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: