Luglio

Menaggio, venerdì sera di merda, 26 luglio 2019 h 23 ca da Cheglio

Luglio

Come la rugiada
bagnano il prato,
di sera, di sera,
guardi l’infinito
nel quale vaghi
con la tua Anima
entrambi stanchi.

Sale amaro
sapore di nulla
sangue caldo
nel vento gelido
di luglio.

Ali Ali
mozzate, sbrindellate,
penne imbrattate,
una vita di petrolio
sulle Ali.

Bagnano il prato
come rugiada.
Sparisci.

E ricompari al mattino.

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore

musica: 528Hz Tranquility


Anima, cry, evening, ferite, ferito, fragile, Gio, Gio Temerario, Giovanni Salici, gocce, io, la vita mia, lacrime, malinconia, me, morte, night, pensieri, piangere, poesia, poesie, poeta, poeti, poetries, poetry, Quanto vale la Vita, QvlV, sadness, scritti, scritto, scrittore, scrittori, scrivere, sera, sofferenza, solitude, solitudine, Soul, Spirit, Spirito, tears, torment, tormentato, tormento, tristessa, tristezza, vento, visioni, vita, vivere, wind

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

4 Responses to “Luglio”

  1. Silvano Romairone ha detto:

    Bella, un po triste, ma bella. Più inquietante la datazione!

  2. Gio ha detto:

    Grazie Silvano del tuo passaggio. Ma perchè più inquietante la datazione?

  3. Silvano Romairone ha detto:

    Per il venerdi sera di merda, negativissimo!

  4. dreamer ha detto:

    Gli animi sensibili spesso sono i più tormentati…

Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: