Lontano da voi, lontano da Me

Menaggio, mercoledì 27 marzo 2019 h 21.45 ca Cheglio

Lontano da voi, lontano da Me

Tenervi lontano da me:
la mia quotidiana fatica.

Lontano dai voi,
dai vostri pensieri malati,
letali virus aggrovigliati
su se stessi.

Ferite e di nuovo,
di giorno in giorno,
minando la mia Anima,
che si trascina
come un senzatetto
sul porfido bagnato
da lacrime senza più
sapore alcuno.

Resto, disteso,
sepolto nel mio campo
di lavanda torbida,
anche quella
inquinata dai vostri modi.

Alzavo le braccia verso il cielo
in cerca di sole e sereno blu,
era tutto quello che volevo.

Ma trovai una notte
di acqua nera.

Le mie mani ora tese
alle piante del riso
vicino al mio Fiume che
forse un giorno mi porterà
con Sè.

© Giovanni Salici
All rights reserved
Tutti i diritti sono dell’autore


acqua nera, Anima, campo santo, ferite, ferito, fiume, fiume Po, fragile, Gio, Gio Temerario, Giovanni Salici, io, la vita mia, lavanda, malinconia, me, morte, night, pensieri, poesia, poesie, poeta, poeti, poetries, poetry, Quanto vale la Vita, QvlV, riso, river, sadness, scritti, scritto, scrittore, scrittori, scrivere, sofferenza, solitude, solitudine, Soul, Spirit, Spirito, tempo, time, torbido, torment, tormentato, tormento, tristezza

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: