Tutto o Niente – Bianco o Nero

Menaggio, venerdì 17 maggio 2013 h 11-12 tra casa paterna e studio

Tutto o Niente – Bianco o Nero

Ho incontrato in alcuni momenti della mia vita persone che si riferivano alla “filosofia del tutto o niente”, conosciuta anche come “o bianco o nero”, nessuna sfumatura.
Per la maggior parte si trattava del genere femminile, che più specificatamente si riferiva a situazioni “sentimentali”, di solito per quella cattiva abitudine di non accontentarsi mai di quello che si ha e di volere sempre altro, di più (non per forza materiale), ma ha riguardato talvolta persone più in generale e settori della vita diversi.
Ho sempre ascoltato queste encicliche, questi modi di volere la vita e, francamente, non gli ho mai capiti più di tanto ma tentavo in qualche modo di avere, per qualche attimo, quella visione che sembrava (in apparenza) così vincente, così forte.
Questa mattina tra una goccia e l’altra di pioggia ed un cielo che stenta a schiarire, forse per le sfumature di grigi persistenti, mi è venuto alla mente questo vissuto.
Tutto o niente, Bianco o nero.
Ma è molto aggressivo questo modo di pensare e di essere!
Non ha nulla ache vedere con la Vita e la Natura, e, la Natura è la Vita.
Tutto intorno a noi è fatto di sfumature, nulla è definitivo, e, la sola cosa che possiamo fare è cercare di restare in questa esistenza cavalcando nel miglior modo le pieghe, leggendo le sfumature.
A volte accadono fatti intorno, più o meno vicini a noi stessi, ti fanno capire come la vita in fondo sia “ingiusta”; la Natura non è giusta, è selvaggia, è dura, si vive per non morire. A volte o sempre, non c’è nulla capire, devi solo prendere atto degli eventi ed andare avanti per non andare indietro, come gli animali del resto e noi lo siamo.
Nel karate ho imparato che non stai mai fermo ad un livello: o vai avanti e migliori o vai indietro e peggiori. E’ una lotta assai ardua cercare di restare allo stesso livello.
Per cui, tornado alla Vita ed alla Natura, mi accorgo proprio oggi quanto sia aggressivo ed arrogante questo volere tutto o niente!
Quanto sia contro la naturalezza dell’essere umano e mi spiace per quelle persone incontrate nella mia Vita che hanno perso qualcosa di bello e di importante per inseguire un’ utopia improbabile.
Forse alcuni ed alcune di loro leggendo questo (anche se non credo) avranno da ridire pensando di aver raggiunto un risultato grazie alla loro filosofia; io credo che qualsiasi obiettivo inseguito in questo modo, possa essere raggiunto in modo solo apparente, per un periodo breve, molto più breve della nostra esistenza.

Certo alcuni umani per ragioni proprio legate alla non giustezza della Vita, si ritrovano con tutto ed altri con niente, sempre; ma è solo casualità. Una dannata ingiusta casualità.

Ora esco, che abbia spiovuto o che vi sia ancora il sole nascosto, il cielo sarà comunque sfumato di azzurri o di grigi.

© Giovanni Salici
All right reserved
Tutti i diritti dell’autore

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: